Legnago, caricano in auto una prostituta e si ritrovano una multa da 400 euro

I carabinieri hanno sanzionato a due ragazzi che venivano dalla provincia di Rovigo. Dal solo mese di luglio sono state elevate ben 10 contravvenzioni ai clienti delle lucciole

Ieri, 19 settembre, i carabinieri di Legnago hanno elevato una contravvenzione a due cittadini italiani della provincia di Rovigo perché a bordo della loro autovettura avevano caricato una prostituta nigeriana. Il regolamento comunale di polizia urbana del paese prevede in questi casi una multa da 400 euro.

I militari, durante un normale servizio di pattugliamento del territorio, avevano notato in via Meucci una vettura che procedeva a bassa velocità, con a bordo i due ragazzi e, nei sedili posteriori, una nota prostituta nigeriana. La donna, vedendo le divise, ha provato ad abbassarsi per non farsi vedere, ma l'auto è stata fermata lo stesso dai carabinieri. La prostituta è stata identificata, mentre i due ragazzi hanno dichiarato di non essere a conoscenza del divieto. Ciò nonostante sono stati comunque sanzionati.

Quello di ieri è solo l'ultimo di una serie di controlli operati sistematicamente dai carabinieri nello specifico settore. Dal solo mese di luglio ad oggi, sono state elevate ben 10 contravvenzioni ad altrettanti clienti delle lucciole che operano nei dintorni di Legnago.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento