Autonomia della Regione Veneto: nasce il comitato e inizia la corsa della Lega Nord

La data del 22 ottobre per il voto sull'indipendenza del Veneto è stata ufficializzata a Noventa Padovana dove si è costituito il Comitato per il sì al referendum che tra i suoi membri conta anche i veronesi Paternoster, Toffali e Montoli

Con la giornata di oggi, sabato 27 maggio, prende ufficialmente avvio il percorso che, nelle intenzioni della Lega Nord, dovrebbe portare il prossimo 22 ottobre i circa cinque milioni di cittadini veneti al voto per decidere sull'autonomia della regione.

A Noventa Padovana, cuore del territorio veneto, alla presenza del notaio dottor Giovanni Muraro, si è costituito il Comitato per il sì al referendum sull'autonomia della Regione del Veneto, denominato “Comitato vota SÌ al referendum 22 ottobre per l'autonomia del Veneto”. I costituenti e fondatori del Comitato sono il segretario nazionale Gianantonio Da Re, i segretari provinciali della Lega Nord delle province del Veneto, i capogruppo Lega e Lista Zaia in Consiglio Regionale, e altri rappresentanti territoriali che sono entrati a far parte del Comitato, scelti direttamente dal Segretario Veneto della Lega Nord Gianantonio Da Re.

È stato scelto anche il simbolo del comitato che accompagnerà i cittadini veneti al voto e che sarà presentato direttamente dal Governatore Luca Zaia nei prossimi giorni. La macchina organizzativa della Lega Nord è quindi pronta a partire e a mobilitarsi in tutte le province della Regione Veneto, per informare e coinvolgere l'intera popolazione, essendo questo il “referendum di tutti i veneti”.

Sempre oggi è stato poi costituito un comitato civico denominato “Comitato civico referendario SÌ all’autonomia del Veneto”, al quale hanno aderito professionisti, professori universitari e studiosi di diritto e storia che tutti assieme lavoreranno nei prossimi mesi per sensibilizzare e coinvolgere i cittadini veneti in questa tematica. Si avvicina dunque quello che gli esponenti della Lega Nord giudicano "un momento storico per i veneti che, dopo oltre 150 anni, potranno finalmente decidere le proprie sorti".

A sottolineare l'importanza dell'appuntamento per come viene percepito in ambiente leghista, è lo stesso primo firmatario del comitato Gianantonio da Re che non risparmia toni enfatici da condottiero: “Un popolo con oltre mille anni di storia deve avere la possibilità di gestire le proprie risorse. Questo è il sogno di tutti i veneti che, finalmente, ora, possiamo trasformare in realtà”. Per Verona, i membri costituenti del comitato sono Paolo Paternoster, Francesca Toffali e Fabio Montoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vivevano alle spalle della coppia e facevano prostituire la donna: arrestati

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

Torna su
VeronaSera è in caricamento