Cronaca Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

Associazione Le.Viss., buoni pasto per i pazienti in day hospital ematologico

L'associazione Leucemia Vissuta continua ad essere vicina agli ammalati ematologici, raccogliendo anche fondi a sostegno di progetti di ricerca

L'associazione Le.Viss. (Leucemia Vissuta) onlus, nata per essere vicina agli ammalati ematologici, fin dalla sua costituzione si è impegnata a portare informazione e sensibilizzazione al dono delle cellule staminali emopoietiche. Grazie alla collaborazione dei medici, dei volontari e delle testimonianze, moltissimi ragazzi maggiorenni, ma ancora in età scolare, si sono iscritti al registro dei donatori di midollo osseo, aumentando di fatto le possibilità di guarigione per molti pazienti ematologici che necessitano di trapianto.

In parallelo all'attività nelle scuole, Le.Viss. ha raccolto fondi che ha poi deciso di indirizzare al sostegno di progetti di ricerca dell'ematologia. Nel 2017 ha completato il previsto finanziamento di 12mila euro a sostegno del progetto di studio dell'ematologia scaligera "Ruolo delle cellule granulocitarie nella modulazione della malattia acuta da trapianto contro l'ospite (GVHD)". A questo progetto fa capo il professor Fabio Benedetti ed è seguito dalla dottoressa Cristina Tecchio e dalla dottoressa Olivia Marini. Si tratta di uno studio impegnato a far luce sulle dinamiche cellulari che intervengono nel post trapianto di midollo osseo tra le cellule del donatore e i tessuti del ricevente, con il chiaro obiettivo di ridurre la pericolosa complicanza denominata "Malattia da trapianto contro l’ospite" che, nella sua forma acuta, è causa di mortalità in una percentuale non trascurabile. I dati ottenuti con questo studio hanno dato le possibilità di individuare nelle cellule granulocitarie in corso di ricostituzione immunologica nuovi possibili bersagli terapeutici per il trattamento GVHD acuta.

Infine, dai primi giorni di dicembre 2017 è iniziato un nuovo progetto che vede interessati direttamente i pazienti del day hospital ematologico di Borgo Roma per i quali l'associazione Le.Viss. ha messo loro a disposizione, per il momento, 1000 buoni pasto che potranno utilizzare presso la mensa interna all'ospedale. Per i pazienti che non possono lasciare il day hospital, l'associazione Le.Viss. è presente con i suoi volontari con la funzione di conforto e per affiancarli. Il volontario dedica in base alle sue disponibilità 2 ore giornaliere dalle 11 alle 13 circa dal lunedì al venerdì.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Associazione Le.Viss., buoni pasto per i pazienti in day hospital ematologico

VeronaSera è in caricamento