rotate-mobile
Cronaca

Le creazioni scaligere fanno tappa in Cile

Una statua di papa Wojtyla dell'artista veronese Albano Poli sar posta in una piazza di Coquimba

Il presidente del Consiglio comunale Pieralfonso Fratta Pasini ha ricevuto ieri, il Console Generale del Cile a Milano Jaime Contreras Nogueira, accompagnato da una delegazione di autorità politiche e religiose cilene. La delegazione è in questi giorni a Verona per visitare un laboratorio artistico locale impegnato nella realizzazione di opere religiose per la città di Coquimbo, in occasione del 200esimo anniversario dell’indipendenza del Cile. Durante l’incontro sono state analizzate le peculiarità turistiche, culturali, geografiche ed economiche dei due paesi, in vista di nuove opportunità di relazioni e di interscambio culturale tra la nostra città e la città cilena di Coquimbo.

“E’ un onore ricevere la vostra visita – ha detto il presidente Fratta Pasini – siamo orgogliosi di poter partecipare, grazie all’importante opera dell’artista Albano Poli, ai festeggiamenti del vostro Paese. La professionalità dei nostri imprenditori, riconosciuta ed apprezzata a livello nazionale e mondiale – ha concluso il presidente – è da sempre una delle più grandi ricchezza del nostro Paese”. Tra le creazioni commissionate all’artista veronese sarà realizzata una statua in bronzo di Giovanni Paolo II, che verrà collocata nella città di Coquimbo vicino alla Croce del Terzo Millennio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le creazioni scaligere fanno tappa in Cile

VeronaSera è in caricamento