rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Le Cattive bionde sono da contrabbando

10 mila euro di multa a chi compra sigarette da internet

Navigando in internet su alcuni forum, con stupore, apprendo che circa 1100 navigatori, malati di “bionde“, si sono visti affibbiare dalla Magistratura un’iscrizione sul registro degli indagati per “Contrabbando“, con multe che arrivano anche a 10mila euro.

Questo è accaduto perchè hanno avuto la brillante idea di voler fumare risparmiando qualche centinaio di euro, acquistando sul sito www.k2smokes.ch sigarette di marche straniere ad un prezzo vantaggioso, senza pensare che sarebbero incappati nelle spire della Legge. Infatti, sembrerebbe che non si possa comprare nei Paesi dell’Ue prodotti di esclusiva del Monopolio di Stato, senza dover corrispondere le consuete tasse, mi domando se vado in un paese europeo ed acquisto un qualsiasi prodotto, devo pagare l’IVA allo stato Italiano? Penso proprio di no, considerando la libera circolazione delle merci.


Ma allora, perché si colpiscono degli ignari cittadini per il solo fatto che hanno acquistato un prodotto monopolizzato pagando con carta di credito e, ricevuta la merce (non più di tre stecche ad ordinativo) tramite il servizio postale nazionale, passando poi dai controlli doganali, nessuno ha informato questi “contrabbandieri” che la loro attività era considerata illegale? Ricordo la frase che Silvio Berlusconi disse in aula al giudice: “Anche l’ultimo dei miei collaboratori sa bene che per pagare delle tangenti non deve farlo con bonifico bancario“. Come si può definire contrabbandiere colui che esegue un acquisto pagando con carta di credito per delle quantità di merce così esigua e, soprattutto, per uso personale? Ai Giudici l’ardua sentenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Cattive bionde sono da contrabbando

VeronaSera è in caricamento