Vede il ladro scappare dal balcone e lo fa arrestare: scatta la procedura d'espulsione

Ha immediatamente lanciato l'allarme al 113, riuscendo a fornire anche una puntuale descrizione, permettendo così agli agenti della Questura di individuare il criminale poco lontano dall'abitazione

La Volante della Polizia in via Morelli, a Verona

Poco dopo le 2 della notte tra venerdì e sabato, i poliziotti delle Volanti della Questura di Verona hanno arrestato L.O., cittadino gambiano di 24 anni, responsabile del reato di furto in abitazione aggravato.

È stato lo stesso proprietario dell’appartamento preso di mira dal ladro a denunciare l’effrazione, segnalata intorno alle 2.20, agli agenti della centrale operativa della Questura. La vittima ha riferito di aver sorpreso un uomo nella propria casa, situata in via Morelli, e di averlo visto chiaramente mentre fuggiva attraverso il balcone. Seppur scossa per l’accaduto e responsabilmente preoccupata per l’incolumità dei quattro figli, tre dei quali minorenni, la parte lesa è stata in grado di fornire ai poliziotti una puntuale descrizione dell’intruso, risultata fondamentale ai fini della cattura.

L.O. infatti è stato intercettato in via Nascimberi, poco distante dal luogo del furto, accovacciato tra le auto in sosta e con ancora addosso la refurtiva: un portafoglio contenente 20 euro e un giaccone Napapijri di colore nero. Oltre ai beni indebitamente sottratti, riconsegnati poi al legittimo proprietario, gli agenti delle Volanti hanno rinvenuto tra gli indumenti dell’uomo il suo permesso di soggiorno, ormai scaduto.

A seguito dell’arresto, i rilievi effettuati nell’appartamento di via Morelli, situato all’interno di un complesso residenziale riservato, hanno consentito di riscontrare, in corrispondenza della finestra del bagno, evidenti segni di effrazione, verosimilmente riconducibili alla pressione esercitata dal ladro sull’infisso per riuscire a guadagnarsi l’ingresso nell’abitazione.

Il 24enne gambiano, già segnalato in passato per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, è stato trattenuto presso gli uffici di lungadige Galtarossa in attesa del rito direttissimo.

Sabato mattina, dopo la convalida dell’arresto, il giudice ha disposto nei confronti del cittadino straniero la misura cautelare della custodia in carcere e rinviato l’udienza al prossimo 3 luglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’arrestato è stata inoltre contestata la violazione delle disposizioni previste dall’art. 4 del D.L. 19/2020, recanti misure per il contenimento del rischio epidemiologico. Non essendo, peraltro, in regola con la normativa vigente in materia di soggiorno, l’Ufficio Immigrazione della Questura di Verona ha già avviato le pratiche per provvedere alla sua espulsione dal territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento