menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fuggitivo dall'Austria per furto, ladro professionista fermato a Verona

Su di lui pendeva un mandato di cattura europeo diramato dalla polizia austriaca: a casa di un connazionale che lo ospitava i carabinieri trovano lingotti d'oro e ferri del mestiere

In casa della compagna teneva almeno 7mila euro in contanti, molti dei quali in monete austriache e tedesche. Poi arnesi per lo scasso e poco distante un'auto rubata. Il blitz dei carabinieri di Verona per arrestarlo è partito qualche ora fa, dopo segnalazioni tra Italia e Austria che si succedevano da mesi. Su di lui, 33enne di origine moldava, pendeva da molto tempo un mandato di cattura per furto aggravato in concorso diramato dalla polizia austriaca. Secondo la polizia, il ladro era membro "molto attivo" di un’associazione dedita alla commissione di furti. I carabinieri avevano fatto la sua conoscenza durante il settembre scorso: una pattuglia lo aveva fermato durante un normale controllo stradale e, fiutando il pericolo non appena aveva fornito i documenti (falsi) al carabiniere, era fuggito a piedi, facendo perdere le proprie tracce. Partendo dal database del Ministero dell'Interno era stato identificato come destinatario del mandato di cattura europeo. E da lì erano partite le corrispondenze continue tra Austria e caserma di Verona. Questo fino a poche ore fa, quando l'uomo è stato avvistato, fermato e arrestato in piazzetta Simoni. Con lui, sull'auto c'era la compagna-complice che lo aveva ospitato tutte le volte che aveva avuto bisogno di rientrare in Italia.

Per questo il passo successivo delle indagini ha portato alla perquisizione domiciliare: a casa sono stati ritrovati 7mila euro in contanti e alcuni lingotti d'oro. In cantina sono emersi, invece, i "ferri del mestiere": grimaldelli, piedi di porco, cacciaviti, trapani, ricetrasmittenti. Il 33enne è anche responsabile del furto di una grossa Audi A6, valore circa 75mila euro, rubata il 23 aprile scorso in Germania.  Ora si trova in carcere a Montorio in attesa di giudizio. La compagna è stata denunciata per ricettazione e messa ai domiciliari dopo le pratiche di rito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento