Furto a bordo treno: la Polizia Ferroviaria di Peschiera arresta il ladro in fuga

Un uomo è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria la scorsa notte, dopo che aveva derubato un viaggiatore di alcuni suoi effetti personali, tra i quali il bancomat e il telefono cellulare

Alle ore 02.30 del 07.04.2016 a bordo del treno regionale TN2085 un ladro asportava alcuni effetti personali ad un viaggiatore assopito. All’arrivo del treno alla stazione di Peschiera del Garda il viaggiatore, svegliandosi, si è accorto della presenza di un uomo di colore accanto a lui che gli stava sottraendo il telefono cellulare ed il contenuto delle tasche del giubbotto che aveva appoggiato sul sedile.

L’individuo, con la refurtiva, si è poi allontanato per provare a scendere dal treno, ma venendo rincorso dal viaggiatore derubato, il quale nell’inseguirlo è rovinosamente caduto a terra. Attirati dalle grida della vittima, alcuni operai impegnati nella ristrutturazione della stazione hanno rincorso il fuggitivo che poco dopo veniva fermato e tratto in arresto dagli Agenti della Polizia Ferroviaria in servizio presso la stazione di Peschiera del Garda.

Il cittadino straniero è stato trovato in possesso della refurtiva consistente in un telefono cellulare ed una tessera bancomat che, nel frattempo, aveva nascosto in una scatola di biscotti all’interno del suo zaino. È stato pertanto tratto in arresto e trattenuto temporaneamente nelle celle di sicurezza dell’Ufficio Polfer di Verona Porta Nuova, in attesa dell’udienza con rito direttissimo svoltasi nella mattinata di oggi giovedì 7 aprile.

L’arresto è stato convalidato, con rinvio dell’udienza al giorno 1 giugno p.v. e sottoposizione all’obbligo di firma e presentazione alla  stazione dei carabinieri di s. Martino di Lupari (PD). Il malcapitato viaggiatore, che ha riconosciuto l’autore del reato e sporto la relativa denuncia, è dovuto ricorrere a cure mediche in seguito alla caduta, riportando lesioni  con prognosi di 3 giorni.

Il personale della Sezione Polizia Ferroviaria di Peschiera del Garda ha inoltre denunciato a piede libero uno straniero che si aggirava con fare sospetto nell’area di sosta per cicli e motocicli. L’uomo, già noto agli operatori, veniva immediatamente fermato e, in seguito a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di una trancia celata nella tasca interna della felpa indossata. Veniva denunciato per possesso di arnesi atti allo scasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 4 all'8 dicembre 2020

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento