S'introduce di notte nel bar della Polisportiva e viene scovato dai carabinieri

Il 21enne aveva fatto scattare l'allarme anti-intrusione e un dirigente ha dunque avvisato il 112. I militari hanno sorpreso il ladruncolo mentre si nascondeva dietro al bancone

I carabinieri agli impianti di via Frà Giocondo

L'allarme anti-intrusione ha avvisato un dirigente dell'Associazione Polisportiva Olimpia, il quale si è rivolto ai carabinieri della compagnia di Verona, che sono immediatamente intervenuti, riuscendo a bloccare il ladro ancora all'interno del chiosco. 

Erano circa le 3 della notte tra domenica e lunedì, quando un giovane si è introdotto nel baretto nella struttura sportiva di via Frà Giocondo dopo avere tagliato la recinzione, forzato una finestra e danneggiato il sistema di videosorveglianza. Si trattava di un 21enne di origine colombiana, senza fissa dimora, pregiudicato e nullafacente, che prima avrebbe scassinato il portamonete della macchinetta del caffè, risultato vuoto, e poi avrebbe messo tutto a soqquadro, riempiendo lo zaino con bevande contenute nel frigo. L'equipaggio della Sezione Radiomobile intervenuto, ha così  scovato il ladro che si stava nascondendo dietro al bancone del bar.
Il giovane ha trascorso la notte nella camera di sicurezza dei carabinieri e lunedì mattina l'autorità giudiziaria ha convalidato l'arresto rinviando l'udienza al 15 luglio per la definizione della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento