Cronaca Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

Ladri all'ospedale di Borgo Roma: rubati strumenti per mezzo milione di euro

Il colpo è stato messo a segno nel fine settimana: dall'azienda ospedaliera fanno sapere che le pesanti ripercussioni sull'attività diagnostica sono state limitate al massimo, grazie alla disponibilità e all'impegno di tutti i servizi di endoscopia

Durante il fine settimana è stato compiuto un furto di strumenti endoscopici presso il Servizio di Endoscopia Digestiva della sede di Borgo Roma dell'AOUI di Verona.

L’atto criminale è stato scoperto lunedì mattina dal personale addetto alle pulizie che ha trovato le porte forzate nelle sale diagnostiche e nella sala disinfezione.

I Carabinieri della Stazione di Verona, avvertiti dal servizio di vigilanza interna, hanno compiuto i rilievi e stanno conducendo le indagini visionando anche le immagini delle telecamere di sicurezza dell'ospedale, per ricavare elementi utili all'individuazione dei ladri.

Sono stati rubati oltre venti strumenti endoscopici, fra gastroscopi e coloncoscopi per adulti e pediatrici e duodenoscopi, tutti della stessa marca e compatibili con alcune centraline che fanno parte del bottino dei ladri. Il valore economico delle apparecchiature si aggira attorno al mezzo milione di euro.
Le pesanti ripercussioni sull'attività diagnostica sono state limitate al massimo, grazie alla disponibilità e all'impegno di tutti i servizi di endoscopia dell'Azienda, poiché è stato possibile attivare una seduta straordinaria presso le sale endoscopiche di Borgo Trento, ad opera dei medici e degli infermieri di Borgo Roma.
Un certo numero di pazienti, sia interni che esterni, con la collaborazione della Croce Verde, sono stati trasferiti alla sede di Borgo Trento in ambulanza per cercare di limitarne i disagi, mentre ad altri pazienti è stata erogata la prestazione presso la sede di borgo Roma, con gli strumenti idonei disponibili.

Il disagio per gli utenti, quindi, è stato circoscritto a uno slittamento dell'esame di qualche ora rispetto all'orario previsto, ma l'impegno comune di tutto il personale ha garantito l'effettuazione di tutte le prestazioni programmate nella giornata.
Per quanto riguarda i prossimi giorni, è in atto una ricognizione sulla disponibilità di strumenti endoscopici in Azienda, per poter garantire il proseguo dell'attività programmata e il rientro alla normalità nel minor tempo possibile.

Per il controllo di oltre 300.000 mq di superficie coperta, con centinaia di accessi, l'AOUI di Verona è attrezzata con un servizio di vigilanza composto sia da agenti in piantonamento, uno anche con unità cinofila, sia da giri di pattuglia su entrambe le sedi.

Preoccupata per il susseguirsi di furti che oltre al danno economico rischiano di pregiudicare i servizi di assistenza ai pazienti, la Direzione dell’Azienda sta provvedendo a un più intenso piano di sicurezza con il potenziamento del numero di agenti e lo sviluppo del sistema di videosorveglianza che attualmente può contare su 100 telecamere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri all'ospedale di Borgo Roma: rubati strumenti per mezzo milione di euro

VeronaSera è in caricamento