rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca San Massimo

Banda di ladri di metallo nei cantieri di Verona, volevano venderne 200 chili

Operazione dei carabinieri di San Massimo dopo la denuncia del titolare di una ditta di smaltimento: tre veronesi, un pugliese, un sardo e un romeno fermati a bordo dei camion pieni di refurtiva

Sono stati accusati di ricettazione le sei persone, tre veronesi, un pugliese, un sardo e un rumeno, che hanno cercato di rivendere quasi 200 chili di materiale ferroso a una ditta di rottami metallici di Verona. Le indagini condotte dai carabinieri di San Massimo, dopo aver ricevuto la denuncia di furto da parte del titolare di una cooperativa sociale che si occupa di servizi legati alla salvaguardia dell'ambiente e agli sgomberi, hanno consentito di recuperare l'intera refurtiva.

I militari dell'Arma, hanno svolto una serie di servizi di osservazione presso le ditte che si occupano di recupero e rottamazione del ferro. Proprio a poche centinaia di metri da una delle aziende osservate durante il servizio, i carabinieri hanno notato un insolito trenino di mezzi, tra cui uno pieno di materiale ferroso. Gli investigatori, a quel punto, hanno fermato tre mezzi, trovando il materiale rubato. Le sei persone che stavano sui tre mezzi hanno ammesso le loro responsabilità. Dopo il riconoscimento da parte del titolare della cooperativa, il materiale trafugato è stato restituito. Per i sei, che davanti ai carabinieri hanno confessato, è scattato la denuncia in stato di libertà per ricettazione. Adesso i militari di San Massimo stanno svolgendo ulteriori approfondimenti per scoprire la presenza di eventuali complici che possano aver materialmente perpetrato il furto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda di ladri di metallo nei cantieri di Verona, volevano venderne 200 chili

VeronaSera è in caricamento