Cronaca Illasi / Via Lessinia

Armata di mazza donna di quasi 60 anni mette in fuga i ladri

La donna già in passato si era vista svaligiare la casa, questa volta ha quindi deciso di reagire, attaccando i malviventi e mandando in frantumi i finestrini della loro auto

Persino i ladri più preparati dovrebbero fare attenzione a quali case scelgono come bersaglio, in fondo non si sa mai chi potrebbero trovare dall’altro lato della porta d’ingresso. È questo il caso di qualche notte fa, quando una banda di tre elementi è stata messa letteralmente in fuga dalle sue potenziali vittime. L’immediata reazione non proveniva però, come si potrebbe pensare, da un focoso giovane o da un massiccio militare fuori turno: a mettere alle corde la squadra di rapinatori, infatti, questa volta è stata una signora di quasi sessant anni armata solo di un grosso bastone nodoso.

La donna, che già in passato aveva subito alcuni furti, e che ricordava come anche le sue due figlie recentemente fossero rimaste vittime della stessa sfortunata circostanza, da un po’ di tempo dormiva tenendo a portata di mano la copia esatta di una mazza da capocosca mafioso, regalo di una famiglia di amici da Frosinone, normalmente appesa in taverna come elemento d’arredo. Così quando, nella notte tra lunedì e martedì, ha notato la luce di una torcia elettrica che dall’esterno penetrava nella penombra della cucina attraverso la finestra, non ha esitato un solo istante: impugnata la sua arma improvvisata si è lanciata di gran carriera in giardino, brandendo la mazza in direzione della sagoma scura presente all’esterno. L’uomo, vedendo la signora, si è diretto di corsa verso la macchina, parcheggiata a pochi metri e pronta per la fuga dopo il colpo programmato. La donna non ha esitato un solo secondo e, raggiunta la vettura, ha cominciato a insultare ad alta voce il malvivente e a colpire i finestrini dell’Audi con la mazza, sfondandone uno proprio quando il motore partiva e l’auto si allontanava.

Solo in quel momento dal buio del giardino sono emersi gli altri due malviventi che, vista la piega che stavano prendendo gli eventi, hanno deciso di battere a loro volta in ritirata, correndo verso la macchina e urlandosi a vicenda: "tira fuori la pistola!". La signora, urlando a sua volta al marito "carica il fucile!", ha fatto per inseguirli per qualche metro, prima di rientrare in casa ed allertare i carabinieri. Giunti immediatamente sul posto, i militari hanno potuto constatare come l’unica traccia del passaggio dei ladri fossero due piccoli buchi praticati sul legno della controfinestra della cucina. Ora sono in corso le indagini, anche se sarà alquanto difficile risalire ai responsabili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armata di mazza donna di quasi 60 anni mette in fuga i ladri

VeronaSera è in caricamento