Arrestati a Gemona per un furto compiuto nel Veronese, finiscono in carcere

I due, ora rinchiusi a Udine, sono un 58enne bosniaco ed un 35enne serbo ed al momento dell'arresto erano stati trovati in possesso della refurtiva sottratta ad un automobilista nell'area di servizio Scaligera Est in A4

Foto di repertorio

Lunedì scorso, 28 ottobre, il giudice per le indagini preliminari di Verona ha deciso che i due uomini arrestati a Gemona, in provincia di Udine, per un furto compiuto nell'area di servizio Scaligera Est dell'autostrada A4 dovranno attendere il loro processo in carcere. Il gip, come descritto da UdineToday, ha ritenuto fondati i pericoli di fuga e di reiterazione del reato da parte dei due uomini accusati di furto e per questo ha decretato la misura della custodia cautelare in carcere, subito attuata dagli agenti della sottosezione di polizia stradale di Amaro, i quali avevano eseguito l'arresto lo scorso 11 ottobre lungo la A23.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due cittadini, ora rinchiusi nel carcere di Udine, sono un 58enne bosniaco ed un 35enne serbo ed al momento dell'arresto erano stati trovati in possesso della refurtiva sottratta ad un automobilista nel Veronese, oltre a degli arnesi atti allo scasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento