rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

La ricetta anti-crisi una scuola per disoccupati

L'assessore Sacchetto ha risposto all'appello lanciato dal consigliere Campagnari

Crisi economica, la Provincia corre ai ripari e organizza corsi di formazione per 600 disoccupati.

“Rispetto a molte altre provincie, Verona non è così colpita dalla crisi. Basta guardare alla vicina Vicenza, il cui tasso di disoccupazione è tre volte il nostro. Ma il fatto che il malato non sia grave non vuol dire che non abbia bisogno di una cura –ha detto l’assessore alle Attività produttive Fausto Sachetto- Abbiamo già chiesto e ottenuto un finanziamento di un milione e 720mila da Cariverona per mettere in moto una selezione di 600 lavoratori. Sarà loro offerto un corso di formazione per il reinserimento in alcune imprese. I lavoratori riceveranno un finanziamento di mille euro per i quattro mesi di durata del corso. Speriamo di poter creare nuove occasioni per queste persone, cercando anche di far sentire la vicinanza della Provincia alle istanze del cittadino”.

Tutto è partito dal consigliere di Sinistra ecologia e libertà Giuseppe Campagnari
: ieri in consiglio provinciale è stata illustrata e discussa l'interrogazione presentata dal consigliere per conoscere quali iniziative ulteriori intenda assumere la Provincia per contrastare la crisi occupazionale veronese. Campagnari ha ricordato che “in marzo le imprese in difficoltà sono 122 di cui 6 veronesi. Nel primo trimestre 2010 le crisi aziendali sono state 359 di cui 22 a Verona con circa 8000 lavoratori coinvolti di cui 297 veronesi; nel primo trimestre 2009 erano state 256 di cui 28 a Verona con quasi 6000 lavoratori coinvolti di cui 524 veronesi. La crisi colpisce particolarmente il settore metalmeccanico, 162 casi su 359 e 12 su 22 a Verona e le aziende di piccole dimensioni con meno di 50 addetti, 203 di cui 7 veronesi. Le crisi formalizzate riportano numeri peggiori, in marzo sono state 143 di cui 26 veronesi con oltre 4600 lavoratori coinvolti di cui 618 veronesi. Per quanto riguarda la Cassa Integrazione ordinaria e straordinaria nel primo trimestre 2010 sono state autorizzate in Veneto oltre 33milioni di ore, di cui 7 milioni per aziende veronesi, contro i 7,27 milioni di ore autorizzate nel primo trimestre 2009”: questi ultimi dati sono stati confermati anche dalla Camera di Commercio.

Infine, Campagnari prevedeva che “per quest'anno vi possa essere un ampio sfondamento dei 100 milioni di ore autorizzate. Servono interventi più incisivi da parte dell'Amministrazione Provinciale, coordinandosi con gli altri Enti Locali, senza sottovalutare la gravità della situazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ricetta anti-crisi una scuola per disoccupati

VeronaSera è in caricamento