menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Lega Nord spaventa anche la Destra

La Lega Nord spaventa anche la Destra

La Lega Nord spaventa anche la Destra

Il centrodestra vede nella Lega una specie di SVP dellAlto Adige

Siamo alla vigilia delle elezioni regionali. I sondaggi prefigurano un vistoso sorpasso della Lega sul PDL (Forza Italia + A.N.). La scorsa estate Paolo Costa, ex Sindaco di Venezia, lanciò il messaggio ”salvate il soldato Galan”: una “grande alleanza dove tutti i partiti, PDL e PD in testa, si uniscono contro la consegna del Veneto alla Lega.

Tante le ragioni: la costante battaglia della Lega alle grandi infrastrutture regionali: dal Mose al Passante di Mestre al rigassificatore di Rovigo; la politica dell’immagine allergica ad ogni scelta di lungo periodo; il localismo confliggente con l’economia veneta fondata sull’apertura ai mercati; la cultura e i valori cattolici di solidarietà vissuti con insofferenza.


La prospettiva Zaia angoscia sia i cittadini che votano a sinistra sia il centrodestra che vede nella Lega una specie di SVP dell’Alto Adige: per decine di anni sparirà ogni spazio politico e culturale per gli avversari e per gli alleati. La previsione di un tracollo del PDL a vantaggio della Lega ci faccia riflettere. Costa ha ragione. Destra e sinistra pensino al nuovo CLN che Zaia teme.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento