rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

L'internet libero si allarga a macchia d'olio

Servizio di connessione gratuito esteso alle piscine Santini e Belvedere e alle sedi Croce Verde

Aumentano a Verona le zone coperte dal sistema wifi “Guglielmo” che consente la navigazione libera in internet. Il progetto “Verona wifi”, promosso dall’assessorato alle Pari opportunità del Comune in collaborazione con Agsm, è stato attivato anche nelle aree delle piscine comunali Santini e Belvedere e nelle sedi della Croce Verde di Borgo Roma e di Lungadige Panvinio.

Il servizio è stato inoltre esteso al Centro Anziani di Parona; nelle sedi delle biblioteche di Golosine, Porto San Pancrazio, San Michele, del Centro Pastorale Universitario e della biblioteca Civica di Verona; agli istituiti scolastici Don Bosco, Stimate, Betteloni, Messedaglia, Galilei e Pasoli; alla sede del Conservatorio e a “Casa Boggian”.

In meno di due anni il progetto di navigazione gratuita in rete è stato esteso dal centro storico a numerose aree limitrofe – spiega l’assessore alle Pari opportunità Vittorio Di Dio – nelle circoscrizioni e nei luoghi di aggregazione più frequentati dai giovani. Ad oggi sono 94 le aree di accesso alla rete, con circa 27 mila utenti (23 mila con attivazione tramite card e 4 mila tramite sms) che a Verona usufruiscono gratuitamente del servizio wi-fi “Guglielmo”. Il sistema utilizza come dorsale la rete in fibra ottica di Agsm, già in uso per il sistema di videosorveglianza, di centralizzazione semaforica e di gestione dei varchi della Ztl".

Con “Verona wi-fi” è possibile connettersi anche in tutte le città e nei luoghi dotati dello stesso servizio, ad esempio Parma, Reggio Emilia, Piacenza, Rimini e il lungomare di Jesolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'internet libero si allarga a macchia d'olio

VeronaSera è in caricamento