menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Ice Bar di Borgo Roma chiude per spaccio di droga

L'Ice Bar di Borgo Roma chiude per spaccio di droga

L'Ice Bar di Borgo Roma chiude per spaccio di droga

Il sindaco Tosi ha ordinato la revoca immediata della licenza al gestore del locale, pregiudicato

Per motivi di pubblica sicurezza, il sindaco Flavio Tosi ha ordinato oggi la sospensione, con effetto immediato, dell’autorizzazione per l’esercizio di attività di somministrazione alimenti e bevande all’Ice Bar di via Scuderlando in Borgo Roma. La sospensione della licenza, che ha durata di trenta giorni, è stata richiesta del prefetto Perla Stancari in seguito alle indagini condotte dalla polizia, dalle quali è risultato che il locale era diventato un luogo d’incontro di persone dedite all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento è stato reso noto oggi pomeriggio in prefettura dal sindaco Flavio Tosi, dal prefetto Perla Stancari, dal questore Michele Rosato e dal presidente della quinta circoscrizione Fabio Venturi.

“A questa sospensione iniziale, che porterà nelle prossime ore all’immediata chiusura del locale – ha spiegato Tosi -
seguirà la revoca della licenza vista la gravità dei fatti riscontrati. Un segnale forte di quella che è la collaborazione tra i cittadini, che anche in questo caso hanno provveduto a segnalare il problema, e le Forze dell’Ordine, che hanno operato tempestivamente assicurando sicurezza e legalità nella nostra città”.

“La richiesta fatta al sindaco – ha detto il prefetto Perla Stancari – è stata subito accolta al fine di prevenire ulteriori gravi pericoli e minacce all’incolumità pubblica e alla sicurezza urbana. Da oggi pomeriggio il locale sarà chiuso”. “L’attività investigativa dei mesi di maggio e giugno – ha affermato il questore Michele Rosato – ha portato all’arresto di quattro soggetti per reati di spaccio di sostanze stupefacenti e all’identificazione di una persona non autorizzata alla gestione del locale che, oltre a essere pluripregiudicata, tollerava il consumo e la vendita di droga”.

“Il bar, frequentato da numerosi tossicodipendenti – ha concluso Venturi - era noto alle forze dell’ordine per aver sempre causato problemi di pubblica sicurezza. La chiusura è una grande vittoria per Borgo Roma e per tutti i residenti che hanno collaborato al raggiungimento di questo obiettivo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento