rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca

L'Europa boccia l'aria della citt

Verona Reattiva organizza un dibattito tra rappresentati delle liste elettorali

L’Europa boccia l’aria di Verona e Agsm che fa? Si preoccupa solo di indire un concorso nelle scuole per migliorare l’estetica del termovalorizzatore. Come se i problemi dovuti alla combustione dei rifiuti prodotti da Ca’ del Bue fosse solo il colore della ciminiera e non i danni alla salute che molto probabilmente esso provocherà” ha polemizzato Daniele Nottegar del Coordinamento per il riciclo dei rifiuti contro l’inceneritore.

E rilancia sulla questione ambientale in città: “La notizia bomba di oggi è che Verona non ha convinto la commissione ambientale europea e Bruxelles ha respinto la proroga richiesta per avere più tempo a disposizione per conformarsi alla legislazione Ue sulla qualità dell’aria”. E intanto Verona Reattiva sta organizzando un confronto tra i rappresentanti delle liste candidate alle imminenti elezioni regionali per discutere sull’inceneritore di Ca’ del Bue, la variante della statale 12, le discariche e le tangenziali a pagamento.


All’incontro chiederemo ai candidati di impegnarsi a sensibilizzare la Regione sulle tematiche del risparmio energetico e alla condanna dell’incenerimento come metodo di smaltimento dei rifiuti. Chiediamo anche una maggiore attenzione verso la prevenzione, riduzione e riciclo dei rifiuti e di estendere in tutto il Veneto la pratica della raccolta differenziata porta a porta. Finora abbiamo avuto risposte da tutte le parti politiche, tranne dalle Lega e dal Pdl. Sembra quasi che quando i temi diventano importanti e ‘scomodi’ nessuno di loro abbia il coraggio di assumersi le proprie responsabilità” ha sentenziato Nottegar.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Europa boccia l'aria della citt

VeronaSera è in caricamento