rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

L'eroina prende il treno, in manette corriere 27enne

Il giovane, fermato il 14 novembre alla stazione di Porta Nuova, aveva addosso 233 grammi di droga

Voleva evitare i controlli. Il suo comportamento, invece, ha concentrato i sospetti proprio su di lui. Karim Sahia, 27enne di origine tunisina, la sera del 14 novembre è sceso alla stazione Porta Nuova da un treno proveniente da Milano, ha attraversato i binari, e ha iniziato a camminare verso il lato dell'ufficio postale. Gli agenti del nucleo di polizia giudiziaria hanno deciso di seguirlo. Il giovane, in compagnia di un altro uomo che aveva fatto il viaggio con lui ignaro di tutto, è sbucato poi in piazzale XXV aprile dirigendosi in viale del Piave, per poi tornare indietro. Qui le forze dell'ordine l'hanno fermato e perquisito. Addosso aveva 233 grammi di eroina. Non un piccolo quantitativo. Il corriere è stato arrestato con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente.

La città si trova al centro di un quadrivio della droga. Le direttrici Milano-Venezia e Verona-Bolzano si intersecano, rendendo la stazione ferroviaria un luogo strategico di transito. Per questo non sono rari gli arresti di questo tipo. Quattro giorni prima, infatti, la sera del 10 novembre, sono finiti in manette due giovani di origine tunisina, un 24enne e un 19enne, mentre stavano per salire su un treno diretto a Bolzano. Addosso avevano circa 10 grammi di eroina. L'intero convoglio poi è stato perlustrato dagli inquirenti al suo arrivo nella città bolzanina. All'interno è stato trovato uno zaino con nascosti diversi grammi di hashish. Segno che qualcuno, accortosi della mal parata, ha lasciato il corpo del reato sul treno e ha evitato di finire in manette.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'eroina prende il treno, in manette corriere 27enne

VeronaSera è in caricamento