menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'amministrazione approva l'analisi del territorio

L'amministrazione approva l'analisi del territorio

L'amministrazione approva l'analisi del territorio

Dell'Osservatorio faranno parte consiglieri di maggioranza e di opposizione

Il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità, con 30 voti favorevoli, la proposta di delibera per l’istituzione dell'Osservatorio per la Simulazione di Scenari a supporto dell' attività programmatoria del Consiglio comunale.

Il documento, presentato dal Presidente del Consiglio, prevede che l’osservatorio sia uno strumento di analisi socio-economico-territoriale della città, per la programmazione e monitoraggio delle politiche cittadine in capo al Consiglio comunale, secondo gli ambiti operativi definiti dalla Presidenza del Consiglio; si avvalga di una struttura tecnica; sia dotato di un proprio Regolamento.

Accolti dal Presidente del Consiglio 8 emendamenti presentati dal gruppo consiliare del Pd per la modifica formale della delibera e l’emendamento della Presidenza del Consiglio che specifica che dell’Osservatorio facciano parte due consiglieri: uno di maggioranza e uno di minoranza. Approvata all’unanimità, con 25 voti a favore, la delibera per l’adeguamento dell'individuazione delle zone non metanizzate del territorio comunale ai fini dell'applicazione delle riduzioni fiscali sul costo del gasolio e del Gpl usati come combustibile. Il documento prevede l’approvazione delle planimetrie riportanti le zone non metanizzate del Comune di Verona che si intendono collocate al di fuori della fascia di 80 metri nelle diverse direzioni a partire dalla più vicina rete di distribuzione del gas, ai fini dell’applicazione delle riduzioni fiscali sul costo del gasolio e del Gpl.

Approvata, con 24 voti favorevoli, la delibera che stabilisce i criteri per la concessione del sottosuolo di aree comunali in diritto di superficie, finalizzata alla realizzazione di parcheggi. Il documento, vista la richiesta da parte dei residenti di realizzare nuovi posteggi privati nel sottosuolo delle strade comunali adiacenti alle rispettive proprietà, definisce una disciplina pronta a rispondere alle varie esigenze, nonché ad individuare soluzioni adattabili alle diverse situazioni presenti sul territorio; la concessione del sottosuolo dovrà essere rilasciata con previsione obbligatoria di un canone sulla base dei criteri previsti.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento