rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Università, dieci borse di studio per conoscere la Cina

Emanato il bando “Conoscere la Cina 2012”, che prevede l’assegnazione di dieci borse di studio del valore di 2000 euro per consentire agli studenti di partecipare al progetto “Edulife Travel Education”

La Cina è ormai a portata di mano per gli studenti veronesi: l’Università ha infatti emanato il bando “Conoscere la Cina 2012”, che prevede l’assegnazione di dieci borse di studio del valore di 2000 euro per favorire quest’estate la partecipazione degli studenti dei corsi di laurea triennali, magistrali e di dottorato iscritti all’ateneo scaligero al progetto “Edulife Travel Education - Conoscere la Cina”, proposto dalla Fondazione Edulife Onlus.

Il progetto, sostenuto anche dal Comune di Verona, consiste in un soggiorno studio della durata di un mese nella sede di Edulife ad Hangzhou, durante il quale gli studenti potranno frequentare corsi di lingua e cultura cinese, tutti tenuti in inglese, incontri con esperti, visite ed eventi. Il bando è già disponibile sul sito dell'Università: la domanda di partecipazione va compilata online entro venerdì 11 maggio e sarà seguita da un colloquio per valutare la motivazione degli studenti.

L’Università di Verona ha aderito alla proposta della Fondazione Edulife con l’obiettivo di offrire una innovative esperienza all’estero, nel quadro della promozione delle iniziative di approfondimento e conoscenza della cultura cinese. L’ateneo scaligero e la Fondazione Edulife hanno deciso di puntare sulla Cina per la sua cultura millenaria e stili e ritmi di vita così diversi dai nostri da suscitare negli studenti interessi e stimoli tali da favorire nuove conoscenze e approcci al mondo del lavoro.

La Cina è infatti un Paese in forte crescita nel campo dello studio e della ricerca, ma è soprattutto la seconda economia del mondo e il principale mercato del lavoro, favorendo importanti opportunità professionali. Hangzhou, capitale dello Zhejiang e sede dei soggiorni, è stata scelta proprio perché è la principale realtà cinese per nuove iniziative imprenditoriali e ospita spesso convegni e occasioni di incontro con la Cina che produce e che innova. L’opportunità è quindi rivolta in particolare ai giovani interessati a investire sul proprio futuro nelle aree più dinamiche del mondo.

Il progetto “Edulife Travel Education - Conoscere la Cina” è di estrema attualità e consente a Verona e all’Università di anticipare i tempi rispetto agli orientamenti nazionali ed europei. È di pochi giorni fa, infatti, la decisione della UE e della Cina di lanciare un dialogo diretto tra le popolazioni sui temi dell’istruzione, della cultura, della gioventù, della ricerca e del multilinguismo. Bruxelles e Pechino hanno sottoscritto un impegno a rafforzare i contatti e gli scambi per approfondire la comprensione e la fiducia reciproca, stimolando le iniziative in grado di far crescere le relazioni interculturali.


Il rinnovato impegno tra l’Europa e il gigante orientale rappresenterà il terzo “pilastro” nei rapporti tra i due partner, dopo i due precedenti accordi di cooperazione che riguardano il dialogo ad alto livello sul piano economico e commerciale e le relazioni strategiche. Cina e UE lavoreranno per espandere la mobilità nel settore dell’istruzione, incrementare gli scambi tra studenti e ricercatori e promuovere l’apprendimento della lingua, infine. Nei confronti dei giovani i due partner intendono accentuare il sostegno agli scambi e alle azioni di networking, rafforzando la cooperazione basata sulle tecnologie di rete e sviluppando portali specializzati in materia di istruzione e formazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, dieci borse di studio per conoscere la Cina

VeronaSera è in caricamento