Cronaca San Giovanni Lupatoto / Piazza Umberto I, 1

Colpito da un pugno in faccia solo per gioco? "Knockout game" a San Giovanni

Si tratta una moda che preso piede negli Stati Uniti e che prevede di avvicinarsi ad uno sconosciuto, per poi stenderlo con un improvviso, quanto inutile, pugno sul viso. Questa la giustificazione più probabile dell'aggressione avvenuta domenica sera

Non trova una vera spiegazione l'aggressione avvenuta a San Giovani Lupatoto intorno alle 23.30 di domenica sera, quando una coppia è stata raggiunta e aggredita da tre individui con il cappuccio. Uno dei tre infatti ha provato a sottrarre la borsetta alla ragazza ma ha desistito quasi subito, facendo pensare che non fosse quello il loro obiettivo. 

Lui 25enne di Verona, lei 30enne di San Giovanni, stavano passeggiando dietro al monumento dei caduti, sul cosiddetto "liston" intorno alle 23.30, quando si sono presentati tre individui con il cappuccio della felpa che celava anche il volto. Tutto d'un tratto uno di questi ha colpito il 25enne all'occhio destro con un pugno mentre si girava. Intanto un altro ha strattonato la ragazza nel tentativo di portarle via la borsa ma, vista la resistenza opposta dalla vittima, i tre hanno deciso che poteva bastare e senza dire una parola si sono allontanati di corsa. 
Purtroppo alla scena non hanno assistito testimoni e la coppia aggredita si è presentata in caserma solamente il giorno dopo, lunedì mattina. I carabinieri hanno consigliato al ragazzo di farsi visitare al pronto soccorso per scongiurare eventuali problemi: lì il personale medico lo ha tenuto in osservazione nel reparto di chirurgia maxillo-facciale. Anche la 30enne è stata visitata ma i sanitari l'hanno subito dimessa. 

Intanto le voci sull'episodio si sono diffuse rapidamente in paese, dove sono in molti a chiedersi quali siano state le motivazioni che hanno portato ad un gesto così violento. Ai carabinieri la coppia ha raccontato che due degli aggressori sono arrivati da dietro, mentre il terzo è sbucato dl lato: i militari si sono messi subito all'opera ma le 15 ore trascorse tra l'aggressione e la denuncia non hanno di certo aiutato nelle ricerche. La mancanza di luce in quel punto e il fatto che i tre non abbiano proferito parola, sono due ulteriori ostacoli per la loro identificazione: degli aggressori si sa solamente che erano di carnagione chiara e che hanno un'età compresa tra i 20 e i 30 anni. Anche le immagini delle telecamere presenti nella zona sono al vaglio degli inquirenti, nella speranza che abbiano raccolto qualche dettaglio utile. 

Finora, stando ad alcune ipotesi formulate e riportate dal quotidiano L'Arena, tutto sembrerebbe portare ad un caso di "knockout game", un gioco importato dagli Stati Uniti che consiste nell'avvicinarsi a uno sconosciuto e stenderlo con un singolo pugno in faccia. Una moda che nello scorso autunno ha fatto registrare anche alcuni casi in Italia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpito da un pugno in faccia solo per gioco? "Knockout game" a San Giovanni

VeronaSera è in caricamento