menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpita più volte alla testa e con violenza, così è morta Khadija Bencheikh

Scoperte dunque sia l'identità che la causa della morte della donna trovata morta e fatta a pezzi in un campo di Gardoni, a Valeggio sul Mincio

Erano gli interrogativi a cui gli investigatori speravano di dare risposta attraverso l'esame autoptico: chi era e come era stata uccisa la donna trovata morta e tagliata in pezzi il 30 dicembre scorso a Gardoni di Valeggio sul Mincio. Le risposte sono arrivate.

La vittima si chiama Khadija Bencheikh ed è una 46enne marocchina che da 20 anni viveva in Italia. Sul come sia stata uccisa filtrano delle informazioni, rilanciate da Ansa. La donna sarebbe morta per delle lesioni al cranio. In pratica, il suo assassino dovrebbe averla colpita alla testa più volte e con violenza con un corpo contundente, probabilmente durante una lite. L'autopsia ha inoltre confermato che dopo la morte il corpo è stato tagliato con una sega circolare.

Tra le diverse piste che gli investigatori stanno seguendo c'è quella sentimentale. La donna, infatti, era separata dal marito e aveva altre frequentazioni. S'indaga però anche su coloro che conoscevano il luogo in cui è stato trovato il corpo della donna. Possibile infatti che il corpo sia stato smembrato e abbandanato perché quella zona di Gardoni è battuta da animali selvatici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento