Trovato con la ketamina ed arrestato: era destinata alle notti del Garda

I carabinieri hanno fermato un'auto sospetta con a bordo quattro persone per un semplice controllo, quando uno degli occupanti ha cercato di liberarsi di un involucro: la sua mossa però non è sfuggita ai militari

I carabinieri con la droga sequestrata

I carabinieri dell'aliquota radiomobile della compagnia di Peschiera del Garda lo hanno trovato in possesso di 21 dosi di ketamina, che gli sono costate l'arresto. A finire in manette, nella giornata di sabato 6 luglio, è stato B.M., 30enne italiano, originario della provincia di Novara e con alle spalle alcuni precedenti. 
La ketamina è un farmaco che viene utilizzato in ambito medico come sedativo, anche per animali, ma anche come stupefacente che può arrivare a provocare un forte stato dissociativo che conduce ad intense allucinazioni. 
Una pericolosa e dannosa droga sintetica, che spesso viene associata a rave party e folli nottate in discoteca, utilizzata da giovani e giovanissimi alla ricerca di sballo e forti emozioni. 

Secondo quanto ipotizzato dall'Arma, potrebbero essere state queste le intezioni di M.B., ovvero quelle di "ravvivare" il fine settimana di turisti e non, alla ricerca del divertimento
Nella mattinata di sabato i militari, che stavano svolgendo il consueto servizio perlustrativo, hanno notato un'auto con 4 persone a bordo che continuava ad andare su e giù per il lungolago arilicense e, quando l’hanno vista fermarsi vicino ad alcuni giovani, si sono avvicinati per verificare cosa stesse accadendo.
Sul momento B.M., che si trovava alla guida, avrebbe riferito ai carabinieri che stava chiedendo informazioni ai passanti su come raggiungere le spiagge, ma il suo comportamento nervoso non è sfuggito alle forze dell'ordine, che lo hanno invitato a fermarsi per un controllo: sarebbe stato allora che uno degli occupanti avrebbe maldestramente cercato di liberarsi di un involucro, prontamente recuperato dagli operatori, che custodiva una sostanza consistente in cristalli in polvere.

I quattro allora sono stati portati in caserma e la vettura setacciata: nascoste in un vano ricavato nel cruscotto sarebbero così state trovate le dosi di ketamina, oltre a due du hashish e una di cocaina, tutto già confezionato e suddiviso per la vendita. 
Il giovane dunque è stato tratto in arresto, mentre l'altro trovato in possesso della singola dose di ketamina è stato segnalato alla Prefettura scaligera. I militari hanno riferito anche che il 30enne avrebbe manifestato il suo rammarico per essere stato fermato "troppo presto", prima ancora che potesse avviare la sua “attività” sulle spiagge. 
Martedì mattina B.M. è stato accompagnato davanti al giudice di Verona, che all’esito del giudizio per direttissima, oltre a convalidare l’arresto operato dai carabinieri, ha disposto per l’arrestato l’obbligo di dimora nel comune di residenza e la presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria del luogo.

Potrebbe interessarti

  • Autostima: cos'è e come ci si lavora

  • Sanità, nascono in Veneto i team di assistenza primaria: «Facilitare l'accesso alle cure»

  • Avis Regionale Veneto e Confservizi Veneto: siglata una importante collaborazione

  • Riso: proprietà e ricette salutari

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla SR450, tre ragazzi investiti da un'auto: due 20enni morti

  • Trattore si ribalta e non gli lascia scampo: morto un agricoltore

  • Cadavere trovato nel canale "Menaghetto": la donna è stata identificata

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 19 al 21 luglio 2019

  • Stroncata da una malattia durante una vacanza: 17enne muore in Grecia

  • Incidente in moto sull'A22 all'uscita per Affi: un morto e un ferito grave

Torna su
VeronaSera è in caricamento