menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ketamina e hashish in casa, agente di commercio nei guai

Ketamina e hashish in casa, agente di commercio nei guai

Ketamina e hashish in casa, agente di commercio nei guai

Blitz dei carabinieri con cani antidroga a Ronc per un 25enne specializzato negli allucinogeni

Non solo ovuli di “fumo” a casa di Enrico Candeo, 25 anni di Terrossa di Roncà, ma anche ecstasy, 1400 euro in contanti, e ketamina, anestetico per cavalli utilizzato prevalentemente dai giovani nei rave party. L’ennesima operazione antidroga nasce tra la collaborazione dei carabinieri della stazione di San Giovanni Ilarione, il comando di Compagnia di San Bonifacio e l’unità cinofila di Torreglia. E' molto conosciuto nel suo paese, Candeo. Molti sapevano che aveva un regolare impiego come agente di commercio. Nessuno, nonostante i piccoli precedenti per spaccio, lo avrebbe mai additato come pusher in grado di rifornire i consumatori dell’est Veronese e dei comuni vicentini confinanti. I controlli sono partiti proprio dai suoi clienti abituali: qualche appostamento dei militari, un paio di interrogatori, piccoli nuclei di carabinieri in borghese che “battevano” la piazza per conoscere la provenienza dei piccoli quantitativi di droga che, di volta in volta, ritrovavano nelle tasche dei compratori.

A nulla, sembrerebbe, sono serviti gli scrupoli che aveva il pusher veronese. Dalle indagini è emerso che pretendeva, dai suoi clienti, che la droga venisse acquistata e consumata nella sua casa di Terrossa. Il continuo andirivieni di persone nel suo appartamento ha fatto scattare il blitz. Giovedì è arrivata la perquisizione domiciliare di carabinieri e polizia locale. Colto in flagrante, Candeo ha estratto qualche grammo di hashish, sperando che gli accertamenti si fermassero lì. Tuttavia la sua “tattica” non ha fermato i militari che hanno fatto irruzione con i cani antidroga al seguito.

“Non ci hanno messo molto i cani a ritrovare tutta la droga che il 25enne custodiva nella propria camera da letto- spiega il capitano di San Bonifacio, Salvatore Gueli-. Durante la perquisizione abbiamo rinvenuto 180 grammi di hashish confezionati in ovetti, 26 grammi di ketamina in polvere, una pastiglia di ecstasy e mazzette di banconote di grosso taglio, oltre che ai soliti bilancini di precisione e cellulari. Ci ha sorpreso ritrovare 26 dosi di ketamina, potente allucinogeno sintetico venduto a circa 80 euro al grammo che non è facilmente reperibile sul mercato. Per spacciarla servono canali privilegiati”. L’udienza di convalida ha disposto per lui la permanenza in carcere, in attesa del processo, per detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento