menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Isola, via ai lavori del nuovo Centro Risi

Isola, via ai lavori del nuovo Centro Risi

Isola, via ai lavori del nuovo Centro Risi

Contributi di rilevo sono arrivati dalla Regione e dalla Banca Popolare

È stata effettuata nell’area fieristica di Isola della Scala la posa della prima pietra del futuro Centro Risi. Presenti, oltre a molti cittadini, il sindaco Giovanni Miozzi, il presidente della Banca Popolare di Verona Alberto Bauli e il presidente dell’Ente Fiera di Isola della Scala Massimo Gazzani.

L'edificio avrà un'estensione pari a 4.800 metri quadrati, e la copertura sarà costituita da una struttura in travi reticolari in legno. Questo permetterà di avere all’interno un unico grande spazio eventualmente modulabile con pareti mobili a seconda delle necessità espositive. Un’altra possibilità sarà quella di mantenere l'ambiente sgombro da ostacoli per manifestazioni quali concerti e spettacoli per le quali è stato previsto un ampio palco nell'area nord dell'edificio. All'interno della struttura troverà spazio un volume a doppia altezza con stanze adibite a cucine fisse, uffici, una piccola sala riunioni e servizi igienici, accessibili sia dall'interno che dall'esterno. Gli spazi del volume potranno ospitare sia l’Ente Fiera sia le associazioni sportive isolane. L’edificio si caratterizzerà nel suo perimetro per le ampie facciate vetrate, che coinvolgeranno quasi completamente tutti i prospetti, permettendo una trasparenza fra spazi interni ed esterni, realizzando così un connubio tra ambiente naturale e zona espositiva. Le vetrate potranno essere completamente aperte dando accesso all’esterno in ogni area. Materiali costruttivi come anche legno e mattoni utilizzati in una struttura architettonica all’avanguardia garantiranno un inserimento armonico nel contesto urbano del territorio valorizzato anche dal parco attrezzato che lo circonderà. Un’area verde di 105mila metri quadrati al cui interno troveranno spazio anche percorsi ciclopedonali e aree agricole sperimentali.

La realizzazione dell'opera sarà resa possibile grazie agli importanti contributi della Regione Veneto e della Banca Popolare di Verona. La futura struttura fissa in area fieristica nasce con una variante al Prg, denominata "Centro Risi" e adottata con delibera nel febbraio del 2005 dal consiglio comunale. Alcuni mesi dopo, in settembre, arriva anche il via libera da parte della Regione. L'amministrazione, con un successivo provvedimento, ha poi adottato il "Piano Particolareggiato" che tratteggia gli aspetti economici e progettuali della futura opera che costerà circa 4 milioni di euro.


“Pochi anni fa è nata questa idea di un polo polifunzionale per le manifestazioni e per i cittadini isolani, soprattutto giovani e anziani– ha spiegato il sindaco Giovanni Miozzi – dopo alcuni giorni avevamo fatto dell’idea un disegno, una bozza di progetto, e l‘abbiamo presentato prima alla Banca Popolare di Verona e poi all’assessore regionale ai lavori pubblici Massimo Giorgetti. Entrambi ci hanno dato fiducia e un contributo concreto per realizzare quest’opera. E con questi compagni di viaggio il sogno sta diventando realtà”. “Non avevamo in tasca nemmeno un euro – ha ricordato il presidente dell’Ente Fiera Massimo Gazzani – ma avevamo ed abbiamo un grande patrimonio: la comunità di Isola della Scala, e non solo quella impegnata nella filiera del riso. Un’altra grande ricchezza è la Fiera del Riso che oggi, con questa opera, lascia un segno tangibile e di grande rilevanza socio-economica sul territorio isolano”. “Sono particolarmente onorato di poter essere qui oggi, in rappresentanza della Banca Popolare di Verona, per la posa della Prima Pietra del Centro Risi - ha dichiarato Alberto Bauli, Presidente della Banca Popolare di Verona – da sempre, infatti, sosteniamo il territorio di Isola della Scala ed in particolare nell’ultimo anno la Banca si è impegnata con un importante contributo per la costruzione di questo nuovo centro polifunzionale che permetterà ad Isola della Scala di creare un polo d’incontro per tutte le manifestazioni della zona, un centro al servizio della comunità. Ancora una volta abbiamo confermato la capacità della Banca Popolare di essere un punto di riferimento per le realtà locali. Oggi voglio ricordare in particolare l’operato di Giorgio Zanotto che, oltre che Presidente della Banca e Sindaco di Verona, fu tra i più accesi sostenitori della creazione di un consorzio locale che potesse valorizzare le ricchezze proprie di questa zona. Per questa sua attenzione verso il comprensorio di Isola della Scala, il Centro verrà intitolato a Giorgio Zanotto di cui oggi ricorre il decimo anniversario dalla morte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento