Cronaca Via Panoramica

Morto a 25 anni dopo essere stato travolto dall'escavatore: c'è un indagato

Carabinieri e Spisal stanno cercando di ricostruire la vicenda che è costata la vita a Ionut Racila, il giovane operaio deceduto lunedì a Malcesine, che da pochi giorni era diventato padre di una bambina

Ionut Racila

Una persona è stata iscritta nel registro degli indagati dopo l'incidente costato la vita a Ionut Racila, l'operaio di 25 anni e di origini moldave, che nel primo pomeriggio di lunedì ha perso la vita in un incidente sul lavoro avvenuto in un cantiere edile situato in via Panoramica, a Malcesine. 
Sulla vicenda stanno indagando carabinieri e Spisal, per cercare di ricostuire la dinamica dei fatti. Inizialmente infatti sembrava che il giovane fosse alla guida dell'escavatore che si è ribaltato senza dargli scampo, invece sul bobcat potrebbe esserci stata un'altra persona: il mezzo sarebbe stato condotto su un cumulo di materiali, ma rimasto a terra con un solo cingolo avrebbe perso stabilità e avrebbe travolto Racila che si trovava poco lontano. Colpito anche al capo, per l'operaio non c'è stato niente da fare, nonostante l'intervento dei soccorritori avvisati immediatamente di quanto accaduto. 
Il mezzo e l'area sono ora sotto sequestro, in attesa che le indagini si concludano e forniscano l'esatta ricostrizione della vicenda.

Dopo il tragico incidente, la salma è stata trasferita all'ospedale di Borgo Trento, a Verona, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Ionut Racila abitava a Brenzone insieme alla moglie Mihaela: solo pochi mesi fa la donna aveva dato alla luce una bambina. Lo piangono anche le sorelle, tra le prime ad arrivare sul luogo della tragedia. Lavorava per l'azienda Chemasi: nell'ottobre del 2012 un altro operaio aveva perso la vita, sempre a Malcesine, dipendente della stessa ditta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a 25 anni dopo essere stato travolto dall'escavatore: c'è un indagato

VeronaSera è in caricamento