Cronaca San Martino Buon Albergo / Via Evangelista Torricelli

Soldi in cambio di informazioni segrete, nell'indagine coinvolta anche Verona

Nove gli arresti e sette le denunce, tra investigatori privati e agenti delle forze dell'ordine corrotti. Un'agenzia investigativa coinvolta è di San Martino Buon Albergo

Nove gli arresti e sette le denunce, tra investigatori privati e agenti delle forze dell'ordine corrotti. Questo l'esito dell'operazione Basil, condotta dai carabinieri di Trento e che coinvolge in parte anche la provincia di Verona.

L'operazione è scattata all'alba di questa mattina, 14 settembre, come scritto su TrentoToday. Gli agenti corrotti si sarebbero fatti pagare dagli investigatori privati per fornire informazioni strettamente riservate e contenute nel sistema informatico delle forze dell'ordine.

Gli operatori delle forze dell'ordine finora coinvolti sono sette, cinque arrestati e due denunciati. Sono due carabinieri romani e uno pugliese, due finanzieri bolzanino ed una coppia, marito e moglie, di Bolzano entrambi appartenenti alla Polizia di Stato. La loro condotta è stata definita "corrotta" per aver rivelato informazioni coperte dal segreto d'ufficio dietro pagamenti in denaro. Due gli investigatori privati finiti agli arresti domiciliari, mentre un terzo investigatore, che doveva essere arrestato, è irreperibile.

Le agenzie investigative coinvolte sono la Delmarco e la Matrix. Quest'ultima ha la sua sede a San Martino Buon Albergo, ma entrambe erano attive nel veronese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi in cambio di informazioni segrete, nell'indagine coinvolta anche Verona

VeronaSera è in caricamento