Intossicazione da monossido: due donne rianimate e ricoverate in ospedale

Sono state proprio le due vittime a lanciare l'allerta, nella serata di venerdì, non appena hanno avvertito i malori: arrivati sul posto, i soccorritori le hanno trovate prive di sensi sul divano dell'abitazione

La Volante della Polizia di Stato in via Monte Pasubio a Verona

È scattato nella serata di venerdì l'allarme a Verona per un'intossicazione da monossido di carbonio. Erano circa le 21, quando due donne di origini dominicane, classe 1994 e 1977, hanno iniziato a sentirsi male in un'abitazione di via Monte Pasubio e hanno avvisato il 118
Sul posto sono arrivati gli operatori sanitari e i vigili del fuoco, seguiti dagli agenti della Polizia di Stato, che hanno trovato le due sul divano e prive di sensi: il personale medico ha dunque rianimato le donne e le ha immediatamente condotte al Polo Confortini dove sono state ricoverate, ma fortunatamente non si trovano in pericolo di vita. 
Nell'abitazione di borgo Trento sono arrivati anche gli uomini della Scientifica: secondo i primi riscontri, la perdita sarebbe nata dalla caldaia o dalla canna fumaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento