Cronaca Borgo Milano / Corso Milano

"Interventi inutili se non cambia il comportamento dei guidatori"

Queste le parole dell'assessore alla viabilità che oggi ha fatto il punto sulla sicurezza degli attraversamenti pedonali in città insieme al Comandante della Polizia municipale Luigi Altamura

“In questi anni l’Amministrazione comunale, aderendo ai piani europei e nazionali, ha investito importanti risorse, in diversi capitoli di spesa del bilancio comunale, per incrementare la sicurezza stradale e ridurre la pericolosità degli attraversamenti pedonali. Ma i numerosi interventi eseguiti, i continui controlli della Polizia municipale, il monitoraggio costante dei tecnici comunali non sono sufficienti, se non cambia il comportamento degli automobilisti, che devono imparare il rispetto delle regole della strada, in particolare verso i pedoni”.

Questo, in sintesi, l’intervento dell’assessore alla Viabilità che oggi ha fatto il punto sulla sicurezza degli attraversamenti pedonali in città e illustrato i risultati dei controlli su Corso Milano insieme al Comandante della Polizia municipale Luigi Altamura e ai tecnici del settore Traffico Giorgio Zanoni e Michele Fasoli.

“In città sono presenti 3 mila attraversamenti pedonali – spiega l’assessore – 132 impianti semaforici, 70 semafori telecontrollati, 44 isole pedonali fisse, 39 attraversamenti pedonali rialzati, 19 isole pedonali prefabbricate e 7 dotate di lampeggianti. In questi giorni stiamo anche completando un monitoraggio in tutte le circoscrizioni cittadine per individuare i punti critici negli attraversamenti pedonali, che saranno dotati di nuove tecnologie a led per aumentarne la sicurezza. Gli interventi per ridurre la pericolosità, quindi, vengono effettuati, ma sarebbe diseducativo dare sempre e solo la colpa alla situazione della viabilità, dimenticando che è altrettanto importante, per ridurre gli incidenti, il corretto comportamento di chi è alla guida”.

“Negli ultimi anni a Verona sono in diminuzione il numero di incidenti stradali – spiega il Comandante Altamura – il numero di persone coinvolte e anche il numero di decessi, grazie agli interventi di messa in sicurezza di diversi incroci pericolosi e di diverse strade, grazie all’installazione delle colonnine per il controllo della velocità, come sulla bretella T4 e grazie anche ai costanti controlli delle pattuglie della Polizia municipale. Tuttavia, sulla base dei dati raccolti negli incidenti stradali dalla Polizia municipale – aggiornati e disponibili in tempo reale per le analisi tecniche – emerge che resta elevato il numero di comportamenti irregolari alla guida. In corso Milano, ad esempio, interessato da controlli specifici di prevenzione sicurezza, fra il 21 e il 31 gennaio sono state ben oltre 300 le violazioni accertate per comportamenti irregolari: 206 per velocità eccessiva, 22 conducenti senza cintura di sicurezza, 18 senza documenti di guida, una decina sorpresi ad utilizzare gli abbaglianti per avvertire altri automobilisti della presenza delle pattuglie. I controlli specifici, quindi, proseguiranno e interesseranno anche altri quartieri, cominciando dalla prossima settimana in via Unità d’Italia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Interventi inutili se non cambia il comportamento dei guidatori"

VeronaSera è in caricamento