Sorpassi pericolosi e rotatorie contromano, inseguimento di un'ora nella Bassa

Un cittadino residente a Cerea guidava con la patente revocata, i carabinieri hanno cercato di fermarlo, ma lui si è dato alla fuga da San Pietro di Legnago ed è stato fermato a Concamarise

Carabiniere di Legnago

Intorno alle 8.30 di ieri, 24 giugno, un equipaggio del nucleo operativo e radiomobile di Legnago ha notato la presenza di due uomini già noti alle forze dell'ordine per i loro precedenti penali vicino ad un autolavaggio, a San Pietro di Legnago. L'attenzione dei militari si è concentrata su uno di loro, un cittadino italiano del '69, residente a Cerea. Le iniziali del suo nome sono V.D.. Terminato il lavaggio della propria auto, V.D. si è messo alla guida del veicolo ed è andato via, facendo salire nell'auto anche il secondo uomo. I due carabinieri, però, sapevano che V.D. aveva la patente revocata e per questo si sono messi all'inseguimento della sua Renault Scenic.

I carabinieri legnaghesi, raggiunta l'auto dei sospettati, gli hanno intimato di fermarsi. V.D., invece di rallentare, ha accelerato e si è dato alla fuga tra le vie di alcuni centri abitati della Bassa Veronese. I militari hanno riscontrato che l'uomo, durante l'inseguimento, ha effettuato manovre altamente rischiose per sé e per gli altri utenti della strada poiché, in più occasioni, ha azzardato sorpassi pericolosi, costringendo altri automobilisti ad accostare o a fermarsi per evitare incidenti. V.D. avrebbe anche percorso incroci e rotatorie contromano, mantenendo sempre una velocità molto alta. E per non farsi sorpassare dall'auto dei carabinieri, avrebbe anche tentato di speronarla.
La fuga è durata quasi un'ora ed è terminato solo grazie all'arrivo di un altro equipaggio, sempre del nucleo operativo e radiomobile, il quale ha posto l'auto di servizio di traverso sulla strada, in via Gallo a Concamarise. In questo modo, ha obbligato i fuggitivi a fermarsi e ha consentito l'arresto di V.D.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due uomini inseguiti sono stati entrambi portati in caserma. Dopo gli accertamenti di rito, il passeggero di V.D. è stato rilasciato, mentre il fuggitivo di Cerea è stato dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Inoltre, gli sono state contestate le violazioni al codice della strada con relativo fermo amministrativo del veicolo.
L'uomo è stato poi accompagnato nella sua abitazione dove è stato trattenuto agli arresti domiciliari. Questa mattina, è stato accompagnato dai carabinieri in tribunale a Verona, dove il giudice Camilla Cognetti ha convalidato l'arresto e disposto la custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

Torna su
VeronaSera è in caricamento