Cronaca Centro storico / Via Trota

Dopo le polemiche sul traffico in via Trota: meno autobus a partire da settembre

Le proteste dei residenti e commercianti di via Trota per l'inquinamento eccessivo nella via, stanno già trovando alcune risposte: da settembre diminuirà la presenza dei mezzi pubblici e quella di vecchia generazione saranno sostituiti

Dopo le lamente dei residenti e commercianti di via Trota a causa del traffico eccessivo e dell'inquinamento dell'aria lungo la strada, arrivano delle rassicurazioni importanti. A partire da settembre infatti, quando entrerà in vigore l'orario invernale degli autobus, la presenza dei mezzi pubblici che passeranno per via Trota diminuirà, essendo previsto che il 70 e il 71 dovranno transitare con una frequenza non più di 10 minuti, ma ogni quarto d'ora. Un piccolo aggiustamento nei confronti di una situazione da molti ritenuta difficilmente sopportabile.

A prendersi carico della responsabilità di fornire rassicurazioni agli abitanti della zona, così come riferisce l'Arena, è stato il presidente della commissione viabilità della prima Circoscrizione Ugo Cartolari: "Il problema, per i bus del servizio di pubblico trasporto, è già risolto. A settembre, le due linee passeranno da quella via ad intervalli meno frequenti. A fronte di questa diminuzione sarà sufficiente utilizzare solo sei mezzi, anzichè gli attuali nove. I pullman di vecchia generazione verranno eliminati. Ho comunque scritto ad Atv e all'assessore alla viabilità Ambrosini affinchè venga rispettato l'accordo: come circoscrizione, al momento della decisione circa la modifica del tragitto dei bus, avevamo chiesto l'utilizzo esclusivo di questi pulmini di ultima generazione".

Altro fattore importante dunque, quello della sostituzione dei vecchi minibus con emissioni inquinanti, da parte di quelli ultimissima generazione in grado di ridurre l'impatto ambientale. Resta certo l'incognita del traffico generico cospicuo, secon alcuni aumentato dopo le recenti modifiche alla viabilità. Ma anche su questo punto, come riporta l'Arena, Cartolari ha voluto precisare meglio le cose: "Il traffico su via Trota c'era già, non dipende dagli ultimi provvedimenti concordati per sgravare alcune vie più pedonali di altre ma dalla mancanza di un piano di viabilità per la Ztl". Ad ogni modo, di questa questione se ne continuerà a parlare anche in via ufficiale, a cominciare dal provvedimento sulla chiusura della finestra in fascia serale del libero accesso in zona Ztl, già approvato ma non ancora applicato, e sul quale l'assessore Ambrosini si è voluto prendere ancora del tempo, annunciando per il prossimo mese la svolta definitiva. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo le polemiche sul traffico in via Trota: meno autobus a partire da settembre

VeronaSera è in caricamento