Sorpreso ad innaffiare 30 piante di marijuana, 33enne finisce in manette

I carabinieri della compagnia di Caprino nella sua abitazione hanno trovato altre 3 piante, 180 grammi di ganja essiccata e il materiale necessario per il confezionamento delle dosi

Un 33enne incensurato è finito in manette nella giornata di lunedì 21 agosto, dopo essere stato sorpreso dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Caprino Veronese, mentre innaffiava una coltivazione di 30 piante di marijuana in un’area boschiva della frazione San Verolo, nel Comune di Costermano sul Garda. 

La zona nella quale cresceva la piantagione illegale era già stata individuata dai militari nei giorni precedenti, i quali, con un servizio mirato, hanno atteso che arrivasse sul posto colui che l'accudiva: così, dopo aver posizionato a dovere l'impianto di irrigazione, il 33enne è stato identificato e tratto in arresto. Da lì è partita la perquisizione che è stata estesa anche alla sua abitazione, dove gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto altre 3 piante di ganja, circa 180 grammi della medesima sostanza essiccata e materiale per il confezionamento delle dosi.
In attesa dell'udienza di convalida, l'uomo è stato accompagnato agli arresti domiciliari ed martedì il gip, oltre a convalidare l’arresto, ha disposto per il 33enne l’obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

Torna su
VeronaSera è in caricamento