"Verona capitale per scuola, lavoro e orientamento": è iniziato il Job&Orienta

"Obiettivo di questo evento, arrivato alla 27° edizione è essere ponte tra scuola e lavoro, tra mondo della formazione e mondo delle imprese", ha detto Elena Donazzan, assessore della Regione del Veneto, all'inaugurazione della manifestazione

Prima giornata alla Fiera di Verona, per la 27a edizione di Job&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro, che si concluderà il 2 dicembre Promossa da VeronaFiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, la tre giorni veronese vede un’ampia rassegna espositiva (oltre 500 realtà), ma anche un programma intenso di dibattiti, convegni e seminari (più di 200 appuntamenti).
Quest’anno al centro del salone il tema “Orientarsi all’innovazione per costruire futuro”, per evidenziare la necessità di saldare forti alleanze tra scuola e lavoro, allineando la formazione con i profondi cambiamenti del mondo economico-produttivo e della società, ma pure sollecitando nei giovani la predisposizione all’apprendimento continuo.

Job&Orienta2017_stand miur-2

A dare il benvenuto ufficiale a studenti, docenti e operatori del settore intervenuti oggi alla manifestazione, Maurizio Danese, presidente di Veronafiere: "Con JOB&Orienta, 27 edizioni fa, abbiamo posato i primi mattoni del ponte tra scuola e mondo del lavoro, tra chi istruisce e chi produce, con l’obiettivo di avvicinare questi due mondi e di facilitarne il dialogo. Dopo quasi dieci anni di pesantissima crisi economica - ha aggiunto Danese - è sempre più forte l’urgenza di agganciare i segnali della ripresa e recuperare i livelli occupazionali. Formazione e orientamento professionale costituiscono tra gli strumenti più efficaci per affrontare questo momento di cambiamento".

FotoEnnevi-2

Presente alla cerimonia inaugurale anche Federico Sboarina, sindaco di Verona: "JOB è una grandissima opportunità per la nostra città – ha detto - ed è diventato una tradizione per Verona e per la Fiera. È un appuntamento fondamentale per parlare direttamente ai giovani. Quest’anno in particolare, con il focus sull’innovazione, il Salone dimostra la sua capacità di mettere in contatto i giovani con le nostre imprese, cercando di tenere i nostri ragazzi e le nostre eccellenze sul territorio".

Verona per tre giorni diventa la capitale nazionale della scuola, della formazione e dell’orientamento al lavoro. Job&Orienta 2017, il salone promosso ormai da 27 anni da Regione Veneto e da VeronaFiere, vede infatti il coinvolgimento attivo dei ministeri del Lavoro e dell’istruzione e della Ricerca, delle Regioni italiane e della Conferenza Stato-Regioni. Perché la scuola è la grande sfida di questo paese, che ha bisogno di innovazione, ma anche di pensiero critico e di capacità di valorizzare il meglio della propria tradizione”. Così ha esordito Elena Donazzan, assessore all’Istruzione, Formazione, Lavoro e Pari opportunità della Regione del Veneto: "Obiettivo di questo evento, arrivato alla 27° edizione – ha ricordato Donazzan - è essere ponte tra scuola e lavoro, tra mondo della formazione e mondo delle imprese, cogliendo i cambiamenti in atto nell’economia e nella società e valorizzando il meglio delle proposte educative delle nostre scuole.
I temi dell’edizione di quest’anno, focalizzati su orientamento, innovazione, alternanza-scuola lavoro e impatto della globalizzazione e della robotizzazione - ha sottolineato l’assessore – fotografano la difficile sfida educativa che la scuola sta affrontando e, al tempo stesso, la grande vitalità di esperienze innovative e di opportunità generate dai diversi territori quando istruzione, formazione e imprese si mettono in ascolto reciproco e progettano insieme, consapevoli del proprio bagaglio culturale e delle potenzialità del ‘made in Italy, le opportunità del lavoro di domani".  

FotoEnnevi-3

"Stiamo lavorando per potenziare la collaborazione istituzionale a tutti i livelli e l’integrazione fra politiche", ha evidenziato Cristina Grieco, coordinatrice della IX Commissione Istruzione, Lavoro, Innovazione e Ricerca della Conferenza Stato-Regioni. "Partecipare a questi eventi ci permette di ritrovarci, approfondire temi importantissimi anche in sedi diverse da quelle istituzionali. Il tema di quest’anno 'orientarsi all’innovazione' è un tema cruciale: i ragazzi devono acquisire una mentalità capace di cogliere le opportunità del cambiamento e di non viverlo come una minaccia. Però dobbiamo orientarci anche noi come decisori politici perché siamo di fronte a grandi sfide che investiranno in misura importante il mondo del lavoro e della formazione. Nel raccordo tra scuola e lavoro la dimensione regionale è quella ottimale: ogni Regione declina poi con modelli e governance diversi le proprie politiche locali, collegandole con le esigenze e i fabbisogni reali . Nessuno però può lavorare da solo – ha concluso la Grieco - abbiamo bisogno di avere una perequazione tra i territori e omogeneità a livello nazionale".

FotoEnnevi-3

Già da questa prima giornata numerosissime al salone le presenze di operatori e studenti. Per questi ultimi l’Ufficio scolastico regionale ha predisposto uno strumento di orientamento per favorire una visita efficace a JOB&Orienta. Così spiega il direttore generale Daniela Beltrame: "Quest’anno abbiamo deciso di accompagnare i ragazzi a JOB&Orienta con uno strumento utile: un questionario per aiutarli a focalizzare quali siano i loro interessi e i loro bisogni, da cui è nato poi un monitoraggio. E proprio da questa guida nascerà dunque un dialogo in classe per fare in modo che i ragazzi parlino con i professori del proprio orientamento scolastico".

FotoEnnevi-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla seconda giornata, venerdì 1 dicembre, interverranno i sottosegretari Luigi Bobba (Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali); Maurizio Del Conte, presidente di Anpal-Agenzia nazionale per le Politiche attive del lavoro; Stefano Sacchi, presidente di Inapp-Istituto nazionale per l’Analisi delle Politiche pubbliche, Giovanni Brugnoli, vicepresidente Confindustria.
Tra i grandi eventi: alla mattina “Gli esami di maturità per il sistema duale. Dalla sperimentazione alla stabilizzazione” (nel cui ambito si svolgerà l’evento “Le olimpiadi dei mestieri”); al pomeriggio “ITS-Academy: l’innovazione nell’alta formazione professionale”; “La nuova formazione: innovare la professionalità dei docenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Temporali in arrivo dopo il gran caldo: stato di attenzione in Veneto fino a martedì

  • Scontro tra auto e bici a Verona, 40enne in rianimazione: si cercano testimoni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento