rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Indice di contagio oltre l'1 in Veneto. «Serve rigore anche dopo le feste»

Il monitoraggio settimanale di Ministero della salute e Iss mostra che l'epidemia non sta indietreggiando e quindi l'esortazione è quella di mantenere rigide limitazioni anche dopo il 6 gennaio

«Grave ancora a causa di un impatto elevato sui servizi assistenziali», così viene definito lo stato attuale dell'epidemia di Covid-19 in Italia nella bozza del monitoraggio settimanale del Ministero della salute e dell'Iss (Istituto superiore di sanità).
Nella bozza riportata da Ansa, il Veneto risulterebbe avere un indice di contagio puntuale (il cosiddetto Rt) superiore a 1. E insieme al Veneto ci sarebbero anche Liguria e Calabria. In queste tre regioni, dunque, la circolazione del virus sarebbe aumentata in queste ultime settimane dell'anno, anche se l'andamento risulta ancora gestibile dal sistema sanitario. In altre regioni, come Basilicata, Lombardia e Puglia, è l'indice di contagio medio ad essere superiore a 1, mentre nelle Marche, in Friuli Venezia Giulia e nell'Emilia Romagna l'indice è inferiore a 1 ma di molto poco.
Il periodo preso in considerazione dal monitoraggio nazionale va dall'8 al 21 dicembre, in cui risulta che l'indice di trasmissibilità del virus medio in tutta Italia sia pari a 0,93. Quindi, inferiore alla fatidica soglia di 1, ma comunque in aumento rispetto alle settimane precedenti.
La novità positiva, invece, è la diminuzione dell'impatto di Covid-19 negli ospedali, dove finalmente la media nazionale del tasso di occupazione dei posti letto è scesa sotto il livello critico. Sono però 10 i territori regionali ad avere ancora un tasso superiore a questo livello

Dopo aver scattato una fotografia, Ministero e Iss hanno espresso le loro considerazioni, alcune delle quali riguardano anche il territorio veneto. L'indice di contagio superiore a 1 è preoccupante e per questo si esortano le Regioni di Veneto, Liguria e Calabria a proseguire con le restrizioni anche dopo il 6 gennaio, ovvero dopo l'ultimo giorno di validità delle limitazioni introdotte a livello nazionale dal decreto legge del Governo. «Mantenere la linea di rigore delle misure del periodo delle feste», questo è il consiglio contenuto nella bozza del monitoraggio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indice di contagio oltre l'1 in Veneto. «Serve rigore anche dopo le feste»

VeronaSera è in caricamento