rotate-mobile
Cronaca Zai / Via Olanda

Indagine su due procuratori sportivi, Fiamme Gialle negli uffici dell'Hellas

Oltre al club gialloblù, anche altre dieci società hanno ricevuto la visita della guardia di finanza. Nessuna però risulta coinvolta nell'inchiesta che si concentra solo sui presunti illeciti fiscali di due agenti sportivi

L'Hellas Verona è tra le undici società calcistiche italiane che oggi, 13 dicembre, ha ricevuto una visita da parte degli uomini della guardia di finanza di Milano. Gli altri club interessati dal blitz sono stati Juventus, Torino, Inter, Milan, Spal, Fiorentina, Cagliari, Roma, Frosinone e Napoli. Tutti e undici risultano non indagati. L'inchiesta della procura meneghina riguarda infatti due agenti sportivi: Pietro Chiodi e Abdilgafar Ramadani, sospettati di aver commesso reati di natura fiscale in Italia negli ultimi tre anni. E per vederci più chiaro, i Baschi Verdi hanno acquisito dagli undici club di Serie A e B copia della documentazione dei rapporti economici-commerciali in particolare con il procuratore Ramadani.

Oltre alle società di calcio, le Fiamme Gialle hanno bussato anche alla porta di altri agenti sportivi, per ottenere da loro tutti i messaggi che si sono scambiati con Ramadani. Come riportato da Milano Today, gli inquirenti vogliono ricostruire le relazioni che questo procuratore 58enne di origine macedone ha avuto con i club sportivi e con società di diritto estero a lui riconducibili.
L'ipotesi è che Ramadani non abbia pagato alcuna imposta nel nostro Paese per i guadagni ottenuti dalle compravendite dei calciatori da lui rappresentati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine su due procuratori sportivi, Fiamme Gialle negli uffici dell'Hellas

VeronaSera è in caricamento