La solidarietà del ministro dell'Ambiente alle "Mamme no Pfas": «Inascoltate da troppo»

Il ministro Sergio Costa ha voluto testimoniare «la vicinanza e la sensibilità del governo» al dramma della "Mamme no Pfas", ma ha anche annunciato l'avvio di «azioni concrete»

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa - ph Facebook

«Sono venuto a incontrarvi per la seconda volta in pochi mesi non solo per testimoniare la vicinanza e la sensibilità del governo al vostro dramma ma anche per portarvi azioni concrete». Così si è espresso, secondo quanto riportato anche dall'Ansa, il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa durante la conferenza stampa di giovedì 10 gennaio delle "Mamme No Pfas".

«Il loro dolore è comprensibile per troppi anni sono state inascoltate - ha quindi aggiunto il ministro Costa - Io le ho incontrate a settembre e in tre mesi un gruppo di lavoro costituito ad hoc dal Ministero dell'Ambiente ha realizzato le linee guida per la definizione di valori limite di emissione per le sostanze chimiche pericolose. Il 3 dicembre queste linee guida sono state scritte e ora saranno discusse presso la conferenza delle Regioni perché la materia è di competenza concorrente».

«Abbiamo chiesto a Ispra - ha quindi concluso il ministro Sergio Costa - le misure di riparazione del danno ambientale, monetizzandolo, per poterci iscrivere al passivo della Miteni, fallita a novembre scorso».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 ottobre 2019

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

  • Veronese violentata dopo una serata al Mascara, arrestato il branco

  • Volotea, due nuove rotte dal Catullo e l'offerta biglietti sfiora il milione

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

Torna su
VeronaSera è in caricamento