Conferenze e visite guidate. Carabinieri impegnati per la cultura della legalità

L'anno scorso sono stati più di 100 gli incontri didattici organizzati dagli uomini dell'Arma o del gruppo Forestale con gli studenti

80 conferenze negli istituti scolastici di Verona e provincia, alle quali hanno preso parte oltre 3.000 studenti. 32 visite guidate nella sola caserma di via Salvo d'Acquisto per circa 1.000 studenti. 9 ufficiali e 20 marescialli impiegati.

Queste alcune cifre riferite al 2016 che riassumono l'attività svolta dai carabinieri di Verona per diffondere la cultura della legalità fra gli studenti. Un'iniziativa che continua a suscitare interesse tra i dirigenti scolastici e gli insegnanti di tutto il territorio provinciale. 30 le visite programmate, e in parte già svolte, per i primi 4 mesi di quest'anno, mentre sono oltre 20 le conferenze già effettuate presso le scuole.

Il progetto è particolarmente apprezzato poiché gli incontri, individuati tenendo conto delle varie realtà locali oltre che concordati in base al percorso didattico sviluppato dai docenti, traggono spesso spunto da fatti rilevanti di cronaca per andare a toccare argomenti che, a seconda delle fasce di età coinvolte, suscitano in ogni circostanza il vivo interesse dei partecipanti. 

La droga, il consumo smodato di bevande alcoliche, il bullismo, l'accesso a internet con particolare riferimento ai pericoli ed alle conseguenze giuridiche connessi ad uno scorretto uso dei social network, la pedopornografia, lo stalking, il femminicidio, la sicurezza stradale, i diritti umani, la contraffazione e la proprietà industriale. Questi i vari argomenti trattati dagli ufficiali, dai comandanti dei reparti territoriali o degli altri reparti dell'Arma.

In particolare, a partire da quest'anno, l'attività sarà svolta con la partecipazione dei carabinieri del gruppo Forestale, Ambientale ed Agroalimentare e dell'unità territoriale per la biodiversità di Verona. Nel corso del 2016 il personale del gruppo Forestale di Verona ha effettuato circa 20 incontri didattici nelle scuole primarie e secondarie di Bosco Chiesanuova, Malcesine e San Zeno di Montagna, per approfondire le caratteristiche degli ambiti montani. Anche in questo caso, gli interventi hanno visto la partecipazione di oltre 500 studenti e sono stati svolti sia nei vari istituti scolastici sia in ambiente aperto. Il personale intervenuto ha illustrato la nascita e gli sviluppi del disciolto Corpo Forestale dello Stato e le sue funzioni e ha trattato l'importante tematica della salvaguardia di specie animali e vegetali protette. La stazione Carabinieri Forestale di Bosco Chiesanuova ha inoltre effettuato, durante il periodo estivo, un’uscita settimanale in zona S. Giorgio - Malera nell'ambito del progetto "Scoprire la Fauna", attività quest’ultima organizzata in collaborazione con il Parco della Lessinia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ufficio territoriale Carabinieri per la Biodiversità di Verona ha coinvolto circa 40 scuole (con la partecipazione di quasi 900 alunni) in interventi di divulgazione ambientale che si sono tenuti in particolare nella Riserva Naturale di Bosco della Fontana e nello Stabilimento Semi di Peri. L’attività didattica svolta a Bosco della Fontana viene normalmente tenuta in ambiente aperto e strutturata con visite guidate rivolte a scuole primarie, secondarie e superiori. Ogni anno viene svolta una giornata denominata "Riserva amica", dedicata alle riserve statali. I temi approfonditi maggiormente sono quelli della la gestione naturalistica della riserva stessa e il riconoscimento delle principali specie botaniche. Nel Centro Nazionale per lo studio e la conservazione della biodiversità forestale di Peri le scolaresche hanno potuto trattare la tematica della biodiversità, attraverso la visita del laboratorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento