Cronaca

Alpinista sul Carega liberato grazie a micro cariche

L'alpinista, secondo in cordata, è stato raggiunto da una scarica di sassi mentre era in una fenditura sul Carega. Intervenuto anche l'elicottero di Verona Emergenza

Incidente di montagna ieri sul gruppo del Carega. Un giovane alpinista vicentino è rimasto con le gambe bloccate per alcune ore in una fenditura di una parete di roccia, a causa della caduta di una scarica di massi, ed è stato liberato in serata dalle squadre del soccorso alpino e da un tecnico del soccorso speleologo con l'utilizzo anche di micro cariche. L'alpinista, una volta liberato, è stato trasportato all'ospedale di Verona.

L'incidente è accaduto ieri nel primo pomeriggio. L'alpinista, secondo in cordata, è stato raggiunto da una scarica di sassi mentre era in una fenditura su una parete della Guglia del Milite. Due grossi massi gli hanno bloccato le gambe e impedito di proseguire. Immediati sono scattati i soccorsi e sul posto sono intervenute le squadre del soccorso alpino, anche con un elicottero partito da Verona, e un tecnico disostruttore del soccorso speleologo.


Le squadre hanno lavorato per diverse ore prima per mettere in sicurezza l'intervento e poi per operare lo spostamento dei due massi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpinista sul Carega liberato grazie a micro cariche

VeronaSera è in caricamento