menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaca alla guida, si cappotta con l'auto ma ne esce illesa: 63enne nei guai

L'incidente è avvenuto questa notte in contrada Gabbia. Sul posto è interventa la polizia municipale che, dopo essersi sincerata delle buone condizioni della donna, l'ha sottoposta all'alcoltest, riscontrando un valore di 1,3. Sequestrata anche un'altra patente in via del lavoro

La Polizia municipale è intervenuta questa notte in contrada Gabbia, in zona via Gardesane, per i rilievi di un incidente stradale nel quale è rimasta coinvolta un’automobilista veronese di 63 anni, risultata positiva all’alcoltest con valori di alcolemia superiori a 1,3, a fonte degli 0,5 consentiti. L’auto che stava guidando, una Fiat Panda, si è capovolta, ma fortunatamente la conducente è rimasta sostanzialmente illesa. Sono ancora in corso gli accertamenti della Polizia municipale per ricostruire la dinamica precisa e le cause dell’incidente. Nel frattempo alla donna è stata ritirata la patente per guida in stato psicofisico alterato. 

Un altro conducente in stato di ebbrezza è stato fermato in viale del Lavoro. Si tratta di un 34enne veronese alla guida di una Fiat Punto, con valori di alcolemia attorno allo 0,8. Anche a questo secondo automobilista è stata ritirata la patente, ma la sanzione applicata dagli agenti, 527 euro, è stata di carattere amministrativo, visto che una delle due prove dell’alcoltest era al di sotto del limite che fa scattare la denuncia penale.

Durante i controlli in viale del Lavoro sono state accertate anche tre violazioni a carico di altrettanti automobilisti che viaggiavano a velocità pericolosa, 90 chilometri orari in un punto dove il limite è di 60.

In via Trieste è invece stato sequestrato il primo veicolo privo di copertura assicurativa individuato grazie alla nuova applicazione software installata sui palmari in dotazione agli agenti. Si tratta di un Ford Transit con assicurazione scaduta nel maggio 2013, già fermato in agosto. Come previsto, il conducente era stato invitato a presentare i documenti al Comando entro 60 giorni, periodo ormai scaduto, e, nuovamente fermato durante il controllo di ieri sera, ancora senza copertura assicurativa, gli è stato immediatamente sequestrato il mezzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento