Incidenti stradali Castagnaro / Strada Statale 434

Alba tragica sulla Transpolesana. Un 50enne muore dopo essere finito nel fossato con l'auto

Mauro Bregantin, operaio residente nella provincia di Rovigo, è deceduto in seguito ad un incidente avvenuto sulla Strada Statale 434. Secondo i primi rilievi, l'automobilista sarebbe uscito autonomamente di strada

Un'altra tragedia si è consumata sabato mattina all'alba sulle strade scaligereMauro Bregantin, operaio di 50 anni e residente a Canda, in provincia di Rovigo, è deceduto dopo essere uscito di strada da solo in prossimità dello svincolo di Castagnaro sulla Transpolesana. 
Sono ancora da chiarire le cause prime che hanno portato il 50enne, a bordo del proprio veicolo, a schiantarsi nel fossato che costeggia la carreggiata. Probabilmente a tradirlo è stato un colpo di sonno o un malore. Questa almeno è la pista che indicano i primi rilievi, non sono infatti presenti segni di frenata sull'asfalto o elementi riconducibili all'impatto con un altro veicolo. 
L'allarme è stato lanciato alle 6.30 del mattino da alcuni camionisti che transitavano sulla strada e hanno notato la Fiat Palio Weekend fuori strada. Tempestivi i soccorsi ma per Mauro non c'era già più nulla da fare. Il terribile impatto è avvenuto però, secondo una prima ricostruzione fatta dagli uomini del maresciallo capo Roberto Zanoli almeno un paio di ore prima quando hanno iniziato a telefonargli i suoi cari senza ricevere alcuna risposta. Tuttavia, il buio e il fatto che a quell'ora di notte la superstrada fosse deserta hanno impedito di scorgere subito la Fiat Palio adagiata, con il muso schiacciato, sulla sponda opposta del piccolo corso d'acqua e di allertare la macchina dei soccorsi.
L'uomo viveva, con la moglie Manuela Isoli e i loro due figli Cristian e Matteo, a Canda, in provincia di Rovigo. Lavorava come operaio alla "Mobilferro" di Trecenta e nel tempo libero faceva il pizzaiolo nelle feste paese e il deejay in diversi locali. L'altra sera infatti rientrava da una serata di lavoro al disco-pub Orange di Noventa Vicentina, quandi mancavano 14 chilometri all'arrivare a casa, ha sbandato, finendo sul ciglio della carreggiata e, dopo aver percorso circa 40 metri sul terrapieno, ha finito la sua corsa nel canale. Complice anche la ceppaia di un albero, l'impatto è stato violentissimo e fatale. 
La salma è stata poi trasferita nelle celle mortuarie del «Mater salutis» di Legnago. Ai militari del Radiomobile è spettata la triste incombenza di avvisare i suoi familiari con i colleghi rodigini di Castelmassa ed il sindaco di Canda Alessandro Berta. 
Cuoco provetto, Bregantin gestiva un chiosco oltre a sfornare pizze nelle fiere manifestazioni e a vestire i panni del deejay: inoltre era apprezzato anche per gli anni di volontariato nella Pro loco di Canda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alba tragica sulla Transpolesana. Un 50enne muore dopo essere finito nel fossato con l'auto

VeronaSera è in caricamento