Incidenti stradali Strada la Rizza

Verona, folle gara di moto in mezzo ai campi al buio: muore 28enne

Al buio e a forte velocità su un mezzo rubato: il frontale con un'altra moto guidata da un 16enne non ha lasciato scampo a Samuel Hudorovic, del campo nomadi di strada La Rizza. Ferito gravemente il più giovane

Senza luci, al buio, a folle velocità in mezzo ad un campo. Non ha trovato l'ipotetico "traguardo" Samuel Hudorovic, 28 anni, ma solo la tragica fine della vita. Lui, su una moto risultata rubata, avrebbe fronteggiato un ragazzo di 16 anni, rimasto gravemente ferito. L'incidente è avvenuto martedì sera, poco dopo le 21, in una zona agricola in località Meletole, frazione di Castelnovo Sotto, provincia di Reggio Emilia. Il 28enne era di Verona, abitava in strada LaRizza, al campo nomadi.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri locali, lo schianto sarebbe il drammatico epilogo di una corsa tra moto, organizzata tra giovani. Si erano dati appuntamento nel campo di va Fangaglia. L'incidente fatale è avvenuto al buio: un frontale violentissimo che non ha lasciato scampo al 28enne. Sull'altra moto, nella direzione opposta, il ragazzo di 16 anni, residente in paese. A dare l'allarme al 118 sono stati gli altri giovani presenti, che poi hanno fornito la loro testimonianza sull'accaduto.

Sul posto, come spiega l'Arena, sono dunque giunte due automatiche e l'ambulanza, da Guastalle e da Reggio. Non è servito il tempestivo soccorso, però. Pochi minuti dopo l'arrivo dei sanitari il 28enne è deceduto per arresto cardiaco. Troppo gravi le ferite riportate e i traumi violenti al corpo. Hudorovic era in Emilia ospite dello zio per qualche giorno. In campagna sono poi arrivati parenti e amici che si sono lasciati andare alla disperazione. Entrambe le vittime sono state portate all'ospedale Santa Maria Nuova. Il 16enne, ferito gravemente, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ma le sue condizioni rimangono serie ed è ricoverato in prognosi riservata. Gli altri partecipanti alla "gara notturna" con le moto si sono dileguati all'arrivo dei carabinieri. Dagli accertamenti è emerso che il 28enne, che lascia moglie e due figli piccoli, guidava una moto rubata domenica scorsa a Boretto, da un furgone in sosta davanti casa del proprietario. Anche il ragazzo guidava una moto non sua: gli sarebbe stata prestata da un conoscente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, folle gara di moto in mezzo ai campi al buio: muore 28enne

VeronaSera è in caricamento