menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, più morti per incidenti stradali e valanga di punti decurtati: asso nella manica? Il Targa system

Ancora alto il numero di chi si mette alla guida da ubriaco o drogato. Preoccupano i casi di pirateria stradale: centinaia quelli fuggiti dopo lo schianto. E aumentano anche i furbetti del Fisco e i camionisti irregolari

Dal settembre 2013 al 31 agosto 2014 sono stati oltre 51mila i servizi messi in campo da agenti e più di 38mila gli interventi, molto spesso frutto delle richieste dei cittadini, in continua crescita (nel 2007 furono 19mila). Un impegno a tutto tondo che vede la polizia municipale di Verona impegnata in prima linea in vari ambiti che riguardano il degrado urbano, richieste d’intervento per rumori di genere diverso, controlli sull’autotrasporto di merci e sui bus turistici, falsi pass disabili, indagini condotte in collaborazione con le altre forze dell’ordine e con l’Agenzia dell’Entrate per contrastare l’evasione fiscale, interventi per anomalie e incidenti stradali, di cui 12, lo scorso anno, sono stati quelli mortali.

Proprio in un incidente stradale è stato rimasto ferito l’agente Silvano Reggiani, tuttora ricoverato, a cui la Festa della fondazione del Corpo della polizia municipale di quest’anno è dedicata. In occasione delle celebrazioni è stato tracciato il bilancio dell'ultimo anno. In particolare, l'efficacia dei controlli su strada è migliorata grazie all'entrata in servizio del "Targa system", la telecamera mobile per controllare i veicoli in transito attraverso interrogazione in tempo reale di banche dati. Sono state 656 le violazioni accertate a carico di veicoli scoperti di assicurativa obbligatoria, 150 in più del 2013, e 1372 quelle per mancata revisione. Le violazioni al Codice della strada complessivamente accertate sono state 251mila e 139, in calo rispetto alle 259mila e 175 dello scorso anno. Restano comunque elevate la quantità di transiti irregolari sulle corsie preferenziali (43.200), accessi alla zona a traffico limitato (84mila, in calo rispetto allo scorso anno), la guida a velocità eccessiva (8.200 violazioni) ed altri comportamenti pericolosi come ad esempio il passaggio con semaforo rosso, la guida senza cinture di sicurezza o l'uso del telefonino.

UBRIACHI E TIR - Ancora preoccupante, seppur in calo, la quantità di conducenti sorpresi alla guida ubriachi: 265 contro 326. In aumento invece quelli positivi a sostanze psicoattive: 66, nove in più del 2013. Complessivamente sono stati 22mila 625 i punti patente decurtati, a fronte dei 27mila 957 dell’anno precedente e costantemente in calo. In aumento il numero di veicoli rimossi per intralcio (2030) e quelli sottoposti a sequestro amministrativo (713). Intensificati poi i controlli su mezzi pesanti, trasporti internazionali e bus turistici: la SCAut (Squadra controllo autotrasporto) ha controllato complessivamente 199 mezzi pesanti italiani e stranieri e 201 autisti rilevando 51 le violazioni: 29 alle norme sui tempi di guida e al corretto utilizzo del cronotachigrafo, 5 perché senza documenti, tre per pneumatici usurati, dieci per trasporto internazionale abusivo e ulteriori cinque per altre irregolarità.

Alcuni controlli sono stati effettuati anche sui cosiddetti corrieri badanti, trasportatori irregolari che collegano gli stranieri che lavorano in Italia con il Paese d'origine dove far recapitare oggetti di ogni tipo, e i bus turistici: nel periodo estivo sono stati 76 i pullman controllati e 25 le violazioni al codice della strada accertate.

PASS DISABILI e INCIDENTI - È proseguita l’attività sull'uso irregolare del pass disabili, utilizzato dai familiari dell'intestatario per parcheggiare sugli stalli blu senza pagare oppure per accedere liberamente alla ztl: è diminuito il numero di violazioni accertate (146 contro i 195 del 2013) e crollato quello di permessi falsificati sequestrati (da 41 a 12). Sono stati 1996 gli incidenti stradali rilevati, la maggior parte con feriti. 12 le persone decedute rispetto alle 10 dell'anno operativo precedente. Resta preoccupante il fenomeno della pirateria stradale, con 37 conducenti fuggiti dal luogo dell'incidente, rivelatosi in un caso mortale per lo scooterista di controparte.

CONTRO IL DEGRADO - L’attività di contrasto del degrado urbano ha portato ad individuare oltre 1600 casi di accattonaggio, in costante aumento, con alcuni episodi molto fastidiosi in alcune chiese cittadine. In diminuzione invece le violazioni per consumo di alcolici in aree pubbliche (46 contro le 112 del 2013) e occupazione abusiva/bivacchi (194 contro le 377 dell'anno scorso). Durante gli interventi sul territorio sono state identificate complessivamente 38mila 225 persone e controllati 40mila 033 veicoli: 22 le persone arrestate in flagranza di reato. Di queste quattro sono state arrestate in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare emesse dalla magistratura. Tra le persone arrestate uno stalker che aveva aggredito e minacciato con continuità la compagna convivente, alcuni spacciatori di droga in zona Veronetta e sui bastioni cittadini. Un giovane studente è stato denunciato perché vendeva dosi di marijuana agli amici durante la scuola. Contrasto evasione fiscale.

Gli interventi per rumori molesti sono stati 1376, mediamente tre al giorno, in aumento rispetto all'anno precedente e con una maggiore concentrazione nel periodo estivo. Sono diminuite invece le anomalie stradali che hanno richiesto l'invio di pattuglie: 1.181 gli interventi a fronte dei 1692 dell'anno precedente. Tra le anomalie i casi di buche e avvallamenti restano gli interventi più frequenti, con 394 richieste, comunque in calo rispetto alle 673 del 2013. Numerose anche altre attività proprie della polizia municipale, come ad esempio i 22mila 674 accertamenti anagrafici effettuati dai vigili di quartiere alle quali si aggiungono 619 verifiche sull’idoneità dell’alloggio ad ospitare il numero di persone dichiarato dal titolare (propedeutico a ricongiungimenti, nuove residenze, immigrazione) e 328 pratiche di convivenza richieste direttamente in questura.

EVASIONE FISCALE - È proseguito il contrasto all’evasione fiscale: dal settembre 2013 all’agosto 2014 sono stati segnalati all’Agenzia delle Entrate e alla guardia di finanza 127 tra persone fisiche e società per un totale di 178 annualità. Si tratta di attività ricettive extra-alberghiere per le quali non venivano denunciati i relativi redditi, contribuenti nullatenenti (o quasi) che invece circolavano con veicoli di grande valore o erano proprietari di immobili di pregio, contratti di locazione non registrati, plusvalenze reali e dichiarazione di vendita di terreni per valori molto inferiori a quello reale e di mercato ed altri casi per un totale di oltre quattro milioni di euro sottratti al fisco. Dall’inizio dei controlli, nell’aprile 2011, la polizia municipale ha complessivamente inoltrato segnalazioni qualificate a carico di 327 soggetti, veronesi e non, relative a 528 annualità contributive per redditi nascosti al fisco o tenori di vita incompatibili con le dichiarazioni dei redditi presentate. L’ammontare complessivo di questi accertamenti, calcolato per difetto poiché in alcuni casi non è stato possibile ricostruirlo, supera abbondantemente i sei milioni di euro anche se il Fisco ha restituito al Comune sino ad ora circa 30mila euro, per posizioni accertate nel 2011. Si è ora in attesa del decreto specifico, che doveva essere emanato nello scorso mese di agosto.    

LA FESTA - È prevista quindi lunedì 6 ottobre, in piazza Bra, a partire dalle 10e30, la cerimonia per il 148esimo anniversario dalla fondazione della polizia municipale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento