menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, con la patente revocata investe due pedoni sulle strisce. Poi picchia gli agenti

Attimi di follia in via Bengasi. I poliziotti di Borgo Roma notano l'auto ferma in mezzo alla strada e due persone a terra. Scattano gli accertamenti ma lui, veronese di 57 anni, non ci sta. Tenta la fuga e poi tira calci e pugni

Arrestato dopo l'incidente. Non si fermano gli schianti sulle strade veronesi ad opera di ubriachi o automobilisti non in regola. Il caso tristemente famoso del weekend ad Arcole sembra non essere recepito appieno da chi si mette al volante di mezzi motorizzati. Intorno alle 8e50 di mercoledì mattina, lungo via Bengasi, i poliziotti del Commissariato di Borgo Roma avevano notato una Chevrolet ferma in mezzo alla corsia e due persona a terra poco distante, sulle strisce pedonali. E' emerso così che il conducente dell’auto, 57enne della provincia di Verona, probabilmente a causa di una svista, aveva investito la coppia non accorgendosi che stava attraversando.

Nulla di grave per le vittime, che hanno riportato alcune lesioni e sono state trasferite al Pronto soccorso. I poliziotti sono passati quindi agli accertamenti, dai quali è risultato che la patente di guida dell’investitore era stata ritirata in febbraio dalla polizia stradale di Legnago. In più il veicolo stava circolando senza copertura assicurativa, scaduta in ottobre. A quel punto, l’uomo, che fin dall’inizio del controllo aveva dato segno di notevole insofferenza, imprecando ed urlando ripetutamente, ha dato in escandescenze, mettendosi ad insultare pesantemente gli agenti, per poi allontanarsi frettolosamente a piedi, cercando di fuggire.

La fuga è durata poco e non ha fatto altro che aggravare la sua situazione. I poliziotti, infatti, dopo poche decine di metri, hanno raggiunto e bloccato l’uomo, il quale ha fatto di tutto per non farsi fermare. Ha tentato di divincolarsi, sbracciandosi e tirando calci: durante la furia ha raggiunto con un pugno al volto uno degli agenti. Sono scattate così obbligatoriamente le manette. Alla luce di quanto accaduto, l’uomo è stato arrestato per i reati di violenza, resistenza ed ingiurie a pubblico ufficiale. Dopo la convalida è stato rimesso in libertà fino alla data del processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento