Vallese di Oppeano. Pedone investito sulla Transpolesana, morto sul colpo

La vittima è un nordafricano di 41 anni. Aveva caricato in macchina una nigeriana con l'intento di violentarla in una piazzola di sosta. Lei è scappata, lui l'ha rincorsa ed è stato travolto da un'auto

Giornata nera per gli incidenti stradali quella di ieri, 15 ottobre. Una giornata cominciata male fin dalle prime ore con lo scontro di un'auto contro un platano a Bosco di Sona in cui ha perso la vita Davide Zenato, 18enne di Peschiera del Garda. Una giornata che ha richiesto un superlavoro alle forze dell'ordine a causa dei tanti incidenti che si sono verificati e che si è conclusa alle 23.30 circa con un altro decesso sull'asfalto.

Sulla Transpolesana all'altezza di Vallese di Oppeano un pedone è stato investito da un'auto diretta a Verona e il suo corpo è stato spinto fuori strada dall'impatto.

Ai carabinieri giunti sul posto insieme ai soccorritori del 118 e dei vigili del fuoco, il conducente della macchina ha riferito di non essere riuscito ad evitare l'incidente. Lui è rimasto illeso, mentre le condizioni del pedone erano molto gravi. Il personale medico accorso con un'ambulanza e un'automedica ha provato a rianimarlo, ma non c'è stato nulla fare. Sarebbe stata vana anche la corsa in un'ospedale. Il pedone non ce l'ha fatta.

La vittima è un cittadino nordafricano di 41 anni proveniente dalla provincia di Rovigo e la sua ultima notte, ricostruita dai carabinieri di Legnago non è stata molto tranquilla.

L'uomo aveva caricato in macchina una ragazza nigeriana che non parlava italiano, parlava soltato inglese. Cercava un passaggio per arrivare a casa di un'amica, nella bassa. Lui ha acconsentito, ma le sue intenzioni erano tutt'altro che buone. Dopo aver girato per un po' infatti, l'uomo si è fermato in una piazzola di sosta della Transpolesana e ha cominciato a fare delle avances spinte alla ragazza che ha resistito fino a quando lui non ha tirato fuori un coltello. A quel punto la ragazza è uscita dalla macchina e con molto coraggio ha attraversato la strada raggiungendo l'isola che divide le due corsie di marcia. L'uomo l'ha seguita e anche lui è riuscito ad attraversare una metà della strada. La nigeriana, afferrata dall'uomo, con forza si è divincolata ed è riuscita ad attraversare anche l'altra metà della Transpolesana, quella in cui le auto sono dirette verso nord. Lui ha provato a raggiungerla ancora una volta, ma l'auto in cui viaggiava una coppia bergamasca lo ha colpito in pieno, uccidendolo ma salvando la ragazza aggredita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Caso Balotelli, la Curva Sud dell'Hellas Verona risponde con ironia

Torna su
VeronaSera è in caricamento