menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Travolto e ucciso da un'auto sulla Transpolesana: inseguiva una donna

I carabinieri stanno eseguendo gli accertamenti del caso sulla morte di Abdelghani Benaida, il 41enne investito sulla SS434 nella notte di sabato: secondo la testimonianza della ragazza infatti, l'avrebbe minacciata con un coltello

I carabinieri del Nucleo operativo di Legnago continuano a lavorare sull'incidente che, nella tarda serata di sabato, ha portato alla morte di Abdelghani Benaida, maorcchino di 41 anni residente a Badia Polesine, travolto da un'auto mentre attraversava a piedi la Transpolesana. 

In auto con l'uomo c'era una ragazza nigeriana del 1995 caricata poco prima, che sarebbe il motivo per il quale il nordafricano è sceso dalla propria auto: la giovane sarebbe un'immigrata sbarcata in Italia due mesi fa, scappata dal veicolo fermato in una piazzola di sosta. Il nordafricano" avrebbe estratto un coltello durante l'approccio sessuale, provocando così la pronta reazione della donna, che è scappata lungo la SS434 con il 41enne dietro di lei, che è stato travolto da una Dacia. L'autista di certo non si aspettava di trovare un uomo a piedi in mezzo alla carreggiata e praticamente non ha neanche fatto in tempo a toccare in freni. 
A conferma di questa versione dei fatti, i militari hanno solamente la testimonianza della sopravvissuta, che peraltro non parla italiano. Le indagini quindi proseguono per dipanare tutti i dubbi del caso, mentre il corpo dell'uomo è stato affidato ai familiari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Sanremo 2021 vincono i Maneskin

  • social

    Nasce a Verona Amagin: il primo gin a base di Amarone

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento