È morto il ragazzo delle consegne, vittima dell'incidente di via Murari Bra

Tommaso Donisi aveva 28 anni e ha resistito cinque giorni nella rianimazione dell'ospedale di Borgo Trento. Ne è stata dichiarata la morte cerebrale e i suoi organi saranno donati

Tommaso Donisi (Foto Facebook)

"Ci mancherai" e "Non ti dimenticheremo mai". Sono questi i messaggi che ricorrono di più nel profilo Facebook di Tommaso Donisi, il ragazzo di 28 anni rimasto vittima dell'incidente stradale dello scorso 8 marzo in via Murari Bra. Il giovane era finito a terra con lo scooter con cui eseguiva le consegne, scontrandosi poi con un'auto. È rimasto in rianimazione per cinque giorni al Confortini di Borgo Trento. Non si è mai risvegliato.

Con il consenso dei familiari, ieri 13 marzo, ne è stata dichiarata la morte cerebrale e sono iniziate le procedure per la donazione degli organi. Elena, la sorella di Tommaso Donisi, ha raccontanto a Camilla Ferro de L'Arena che il fratello era un ragazzo generoso, dal grande cuore. Un giovane in salute e, nonostante l'incidente, non aveva nulla di rotto. Un donatore eccellente, hanno detto i medici, che potrebbe aiutare anche 10 persone che sono in attesa di un trapianto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Omicidio di Isola Rizza ripreso dalle telecamere: il cerchio inizia a stringersi

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento