Tampona un'auto e scappa: rintracciato, rischia fino a 5 anni di sospensione della patente

La polizia municipale scaligera ha segnalato all'autorità giudiziaria un 24enne che ha tamponato una Ford Fiesta in via Palladio senza poi soccorrere gli occupanti, tra i quali anche una donna incinta

E' stato individuato e segnalato all'autorità giudiziaria l'automobilista che domenica poco dopo le 20 in viale Palladio ha tamponato una Ford Fiesta, per poi allontanarsi senza soccorrere i tre occupanti, tra i quali una donna in gravidanza, che è stata trasportata al Pronto Soccorso di Borgo Trento per accertamenti.
Grazie ad alcune testimonianze e alle informazioni che i diretti interessati hanno fornito agli agenti intervenuti per i rilievi, la Polizia municipale è riuscita ad individuare il conducente della Bmw responsabile del tamponamento: un giovane veronese di 24 anni, residente in città.
Il giovane, che è stato convocato e ieri pomeriggio si è presentato al Comando per chiarire la sua posizione, ha fornito la sua versione dei fatti, che però non sposta in modo sostanziale la sua responsabilità: quindi, come previsto dal codice della strada, è stato segnalato all'autorità giudiziaria per il reato di omissione di soccorso e fuga. La sua patente è stata ritirata per essere sospesa, da uno a tre mesi per essersi allontanato dal luogo dell'incidente, violazione connessa all'omissione di soccorso, che prevede una sospensione da un anno e mezzo a cinque anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento