menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine Google Maps

Immagine Google Maps

Provoca l'incidente e prova a buttarsi dal cavalcavia: tangenziale chiusa

Con lo scooter si è scontrato volontariamente contro un autoarticolato in Strada dell'Alpo, a Verona, dopodiché si è appeso sulla rete di protezione esterna che dà sulla strada. A salvarlo sono stati i vigili del fuoco, che poi lo hanno affidato al 118

Inizialmente ha provato ad uccidersi provocando un incidente, poi ha cercato di buttarsi giù dal cavalcavia, ma è stato salvato dalla polizia e dai vigili del fuoco che hanno anche chiuso un tratto della Tangenziale Sud. Il protagonista della vicenda avvenuta nella mattinata di lunedì, è un marocchino di 41 anni con alcuni precedenti per stupefacenti. 
Intorno alle 9.30 del mattino, il magrebino si trovava a bordo del suo Kymco 50, quando ha provato a schiantarsi contro un'autoarticolato che percorreva il cavalcavia di Strada dell'Alpo in direzione di Verona e che stava per svoltare a sinistra per immettersi in tangenziale. Quando l'autista del mezzo pesante si è accorto del cinquantino, condotto da un uomo senza casco, che lo puntava, ha repentinamente modificato la propria manovra, riuscendo a rendere meno violento lo scontro. 
Il 41enne allora, vedendo di non essere riuscito nel proprio intento, ha tentato il secondo gesto estremo, quindi ha scavalcato l'alto parapetto del cavalcavia per buttarsi di sotto, quando è arrivata sul posto una pattuglia della polizia: l'equipaggio è riuscito ad afferrarlo per un soffio e a trattenerlo in attesa dell'arrivo dei pompieri, che lo hanno tratto in salvo con l'autoscala, dopo aver chiuso la tangenziale. Il nordafricano quindi, che presentava alcune ferite sul volto, è stato traspotato dal 118 all'ospedale di borgo Trento per le cure del caso, mentre la strada è stata riaperta intorno alle 10.30. 

Agli agenti l'uomo ha detto di volersi togliere la vita per alcuni problemi sentimentali, senza mai specificare di cosa si trattesse. Le forze dell'ordine quindi hanno rintracciato la sua compagna, un'italiana, trovandola in stato di shock e in preda al vomito. La donna allora è stata ricoverata a borgo Roma, rifiutandosi di parlare della vicenda e di fornire spiegazioni. 
Apparso fin dal principio molto confuso, il marocchino è ora tenuto d'occhio dai poliziotti in ospedale, per evitare che possa mettere in atto altri gesti estremi. 
Nel frattempo la Polizia Municipale si è occupata della ricostruzione della dinamica dell'incidente, mentre la Squadra Mobile intende fare luce sulla vicenda, per sincerarsi che non sia stata fatta violenza sulla donna. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento