Drammatico scontro tra auto a Verona: morta una donna, ferito l'altro conducente

L'incidente ha avuto luogo in corso Venezia nel primo pomeriggio di giovedì. Sul posto si sono diretti i vigili del fuoco e il personale del 118, ma purtroppo non è bastato a salvare una delle due persone coinvolte

Immagine generica

Ancora un drammatico episodio sulle strade di Verona, nel primo pomeriggio di venerdì. 
Intorno alle 13.30 due auto si sarebbero scontrate frontalmente in Corso Venezia, all'altezza dell'incrocio con via Quattro Stagioni. Secondo i primi accertamenti eseguiti dalla Polizia locale, la Fiat 600 condotta da una donna di 75 anni stava procendendo in direzione di San Michele Extra, quando avrebbe svoltato a sinistra, venendo colpita da una Renault Laguna station Wagon condotta da un 69enne che marciava nel senso opposto. 
In soccorso dei due automobilisti coinvolti sono arrivati i vigili del fuoco con un mezzo e il personale del 118, con automedica ed ambulanza: per l'anziana però non ci sarebbe stato niente da fare ed ha perso la vita sul luogo dell'incidente. Fortunatamente solo leggermente ferito invece l'altro automobilista, che è stato trasportato all’ospedale di Borgo Trento. Dell'incidente è stato informato il magistrato di turno, la dottoressa Valeria Ardito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sono arrivato pochi minuti dopo, c'erano infatti un paio di persone fuori che si erano appena fermate, e io stavo passando di lì, quindi mi sono fermato visto che c'erano poche persone: "magari serve una mano e mi rendo utile", ho pensato». Sono le parole di un testimone arrivato sul luogo dell'incidente, che ha raccontato alla nostra redazione quei momenti.
«Quando ho guardato le auto subito non ho visto la signora a bordo della 600, perché da fuori non si vedeva - ha raccontato il testimone -. Mi sono fermato per chiedere se serviva aiuto e poi le persone che c'erano fuori, insieme a quello che guidava, mi hanno detto che c'era la signora ancora in auto. Solo allora l'ho vista stesa nella zona del sedile del passeggero. Vedendola immobile e avendo fatto il corso di Pronto soccorso in azienda, ho detto apriamo la portiera, ma quella di destra non si apriva, così abbiamo aperto quella lato guidatore. Non abbiamo toccato niente, ma vedendo le ferite abbiamo subito pensato che non ci fosse più niente da fare. Putroppo infatti, anche quando sono arrivati i soccorritori, dopo pochi minuti hanno dovuto arrendersi». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Verona un nuovo decesso e altri 35 casi positivi: tutti i Comuni di appartenenza

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Elezioni regionali, suppletive e referendum costituzionale: seggi aperti in Veneto

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento